Matilde e il tram per San Vittore - Bergamo

Matilde e il tram per San Vittore - Teatro Sociale - Bergamo

09/01/2020

Sabato 1 febbraio 2020

Ore 18:00

© Laila Pozzo

TERMINATO

Bergamo - Sabato primo febbraio 2020 va in scena al Teatro Sociale di Bergamo lo spettacolo Matilde e il tram per San Vittore, in cui Renato Sarti racconta, attraverso le storie di madri, mogli, sorelle e figlie, il destino di 570 lavoratori deportati dai nazifascisti dopo gli scioperi che dal 1943 paralizzarono le grandi fabbriche del milanese.

Bergamo - Tratto dal libro Dalla fabbrica ai lager di Giuseppe Valota (presidente dell’Aned di Sesto San Giovanni), lo spettacolo vede in scena Arianna ScommegnaDebora VillaRossana Mola e Giulia Medea/Elisa Rusu nel ruolo di Matilde. Produzione Teatro della Cooperativa con il sostegno di Aned, con il patrocinio di Anpi, Istituto Parri e Isec e con il patrocinio dei comuni di Albiate, Bresso, Cinisello Balsamo, Monza e Muggiò, spettacolo sostenuto nell'ambito di Next ed. 2017/18 Regione Lombardia.

Bergamo - A causa degli scioperi che, a partire dal 1943, paralizzarono i grandi stabilimenti del milanese, le case operaie di Sesto San Giovanni, Milano, Cinisello e dei comuni limitrofi furono teatro di retate spietate. Centinaia di uomini furono sottratti ai propri affetti, costretti a vestirsi rapidamente per poi sparire. Scene che rimasero per decenni negli occhi di madri, mogli e soprattutto dei bambini che salutarono per sempre in quel modo il loro papà. Cinquecentosettanta furono le persone deportate nei lager, duecentoventitré non fecero più ritorno e per i sopravvissuti, e per i loro familiari, la vita non fu più la stessa.

Matilde e il tram per San Vittore, spettacolo scritto e diretto da Renato Sarti, vuole mettere in luce il non eroismo di migliaia di uomini e donne che si opposero al fascismo e al nazismo a caro prezzo. Lo fa attraverso le voci di quelle madri, mogli, sorelle e figlie che, dopo l’arresto dei propri uomini in seguito agli scioperi dell’area industriale a nord di Milano - gli unici sotto Mussolini, i più grandi in Europa sotto il giogo nazista - si ritrovarono improvvisamente a gestire, da sole, un quotidiano di fame e miseria. Alla disperata ricerca dei loro uomini, si precipitavano a San Vittore e in altri luoghi di detenzione di Milano.

Fra questi anche il cinema Broletto, allora sede della famigerata Legione Ettore Muti: mentre in sala si proiettavano i film, nei camerini si torturavano i partigiani e gli oppositori politici. Nel 1947 quel cinema diventò il Piccolo Teatro, che Giorgio Strehler e Paolo Grassi, attraverso l’arte, la cultura e lo stare insieme, bonificarono dall’orrore.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 24/02/2020 alle ore 17:59.

Potrebbe interessarti anche: I Legnanesi in Non ci resta che ridere, dal 27 marzo al 5 aprile 2020 , Noi: mille volti e una bugia, di e con Giuseppe Giacobazzi, 12 marzo 2020 , Giorgio Panariello in Favola Mia, 28 aprile 2020 , Ghost: il Musical, 8 marzo 2020

Scopri cosa fare oggi a Bergamo consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bergamo.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.