Palazzo Chiablese

Strada San Giovanni, 2 - Ciriè - Torino

Attenzione: Queste informazioni sono state aggiornate il 23/03/2016

L'edificio, fondato prima del XV secolo costituisce una naturale cerniera tra piazzetta Reale e piazza San Giovanni. Nel Seicento divenenne sede di uffici della Corte Reale.

La residenza fu rimodellata dall'architetto Benedetto Alfieri, dopo che nel 1753 il Re Carlo Emanuele III gli affidò il compito di ristrutturare il palazzo per il secondo genito Bendetto Maria Maurizio. In quell'occasione venne ridisegnata la facciata e fu costruito il grande scalone che conduce al piano nobile, con arredi, stucchi, boiseries, specchiere e sovrapporte dipinte.

Il palazzo, durante il periodo napoleonico, fu sede del governatore Camillo Borghese e di sua moglie, Paolina Borghese. Tornato ai Savoia con la Restaurazione, nel 1851 vi nacque Margherita, prima Regina d’Italia. Danneggiato dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, passò in seguito al Demanio; l’edificio, oggi completamente restaurato, ospita uffici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Oggi al cinema a Torino

Come un gatto in tangenziale Di Riccardo Milani Commedia Italia, 2017 Giovanni, intellettuale impegnato e profeta dell’integrazione sociale vive nel centro di Roma. Monica, ex cassiera, con l’integrazione ha a che fare tutti i giorni nella periferia dove vive. Non si sarebbero mai incontrati se i loro figli... Guarda la scheda del film