Cultura Torino Martedì 12 giugno 2018

Plartow, a Torino un nuovo spazio museale per il design nell'area Open Incet

Torino - Aprirà l’anno prossimo a Torino -  in un edificio acquisito dal Gruppo AET in via Cigna 112 e completamente rinnovato - Plartwo, un nuovo centro museale dedicato al design con spazi espositivi e laboratori formativi. 

Lo schema di convenzione tra la Città e la Fondazione Plart è stato approvato il 12 giugno dalla Giunta comunale su proposta delle assessore Francesca Leon e Federica Patti. Con un centro creato nel 2008 a Napoli dall’imprenditrice Maria Pia Incutti, il Plart è uno spazio polifunzionale dedicato alla ricerca scientifica e all’innovazione tecnologica per il recupero, il restauro e la conservazione di opere d’arte e di design in materiale plastico. La collezione di penne, bambole, scatole, lampade a opera di designer e artisti, nella città del Vesuvio, sotto la curatela di Nunzio Vitale è un punto di riferimento importante. Racconta infatti l’evoluzione in 1500 pezzi del polimero, sottolineandone l’evoluzione negli usi e nei costumi della società, dalla fine dell’Ottocento agli anni Settanta. Si tratta di una raccolta museale che mette in luce l’eterogeneità e la versatilità di questa famiglia di materiali: dalla bakelite alla celluloide, dalla resina al poliuretano

A Torino, accanto a una collezione di opere in permanente evoluzione, come quella partenopea avviata dieci anni fa, si approfondiranno gli intrecci tra scienza, industria, arte e costume. Saranno inoltre organizzati eventi, incontri che coinvolgeranno scolaresche, giovani, adulti, famiglie e professionisti. 

«L’Amministrazione comunale accoglie con favore la decisione della Fondazione Plart – Plastiche e Arte di assicurare e consolidare una presenza significativa sotto la Mole. Il nostro capoluogo è peraltro stato insignito nel 2015 dall’Unesco del fregio di città creativa per il design – sottolineano le assessore Francesca Leon e Federica Patti, responsabili rispettivamente delle politiche comunali alla cultura e all’istruzione -. Il nostro grazie è rivolto dunque alla collezionista Maria Pia Incutti, che intende intensificare la valorizzazione di espressioni creative e di design sperimentale attraverso il dialogo e lo scambio con il sistema locale di imprese e con i nostri centri universitari di ricerca rivolgendo in particolare l’attenzione alle esperienze dell’utilizzo di materiali ecosostenibili».

Plartwo sarà ubicato accanto al Museo Ettore Fico, nell’area di Open Incet – Innovation center Torino e a pochi passi del complesso dei Docks Dora “contribuendo in modo significativo al processo di riqualificazione del territorio e così alla definizione di un nuovo polo per l’offerta culturale, la creatività e l’innovazione”, aggiungono le rappresentanti di Palazzo Civico.

Potrebbe interessarti anche: , Nido: il 21 giugno alle OGR con Cattelan, Dandini, Aranzulla D'Avenia, Gazzè e tanti altri , Santuario della Consolata di Torino: alla scoperta del chiostro e della cupola restaurati , Il quartiere al museo: a Torino la cultura si fa strumento di inclusione sociale , Torino, 12 giugno 1940: un'esperienza di realtà virtuale al Polo del '900 , La Lettura 2015-2018: le infografiche di Federica Fragapane a Wild Mazzini

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.