Cinema Torino Lunedì 12 marzo 2018

Sottodiciotto Film Festival & Campus: un'edizione in chiave hip hop dal 16 al 23 marzo

© Martha Cooper

Torino - Anteprime, inediti, animazione, focus di approfondimento e programmi speciali, insieme a live per intrecciare linguaggi del cinema, ma anche della musica, della fotografia, della grafica e della danza: tutto questo è Sottodiciotto Film Festival & Campus, in programma a Torino dal 16 al 23 marzo. Un grande cartellone dedicato ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie e, dal 2017, aperto anche i chi i 18 anni li ha già superati e frequenta l’università, ma anche una manifestazione giunta ormai alla sua 19esima edizione, forte di collaborazioni importanti in città e di progetti che continuano ad alimentare la creatività dei giovani.

«Il Museo del cinema ha diversi Festival, ma la vocazione è di averne sempre più – ha annunciato Laura Milani, che dirige il Museo del Cinema dove Sottodiciotto è stato presentato – con Sottodiciotto lavoriamo molto bene e possiamo collaborare su temi che ci sono cari, partiamo infatti dal linguaggio dei graffiti quest’anno, con un grande pannello che sarà allestito davanti al Museo durante il Festival, e che diventerà la sede di performance. Un’importante collaborazione di questa edizione sarà con Torino Film Lab, in un contesto che darà la possibilità ai giovani di entrare in un percorso professionale, mentre un altro legame sarà quello con Lovers Film Festival. La cultura del cinema passa per le giovani generazioni, attraverso i linguaggi e le modalità espressive che questi stanno subendo e che dai giovani passeranno e arriveranno». 

Grazie a TorinoFilmLab il Premio TFL darà la possibilità a due candidati selezionati nel concorso Off con i loro cortometraggi di partecipare al TFL Meeting Event, due giorni a contatto con i produttori per presentare i propri progetti. Nel caso di Lovers Film Festival, la collaborazione prevede invece la proiezione di due film tra Sottodiciotto e Lovers Film Festival, Les Deux Amix di Louis Garrel e Mi mejor amigo di Martìn Deus, il primo in anteprima il 20 marzo alle 21.00 e il secondo il 24 alle 10.00 al Cinema Massimo.

Contaminazioni che si arricchiscono e allargano la visione del cinema per un dialogo intergenerazionale che invita a interagire non solo i giovani delle scuole e dell’università. «Non è un caso che Sottodiciotto sia nato 19 anni fa all’interno della divisione servizi educativi della città – ha spiegato l’assessore all’istruzione Federica Patti, ricordando l’unione tra città di Torino e Aiace, che organizzano il Festival – per fruire il cinema serve infatti riportare al centro la cultura, e Sottodiciotto lo fa anche attraverso l’allargamento del pubblico».

Nel solco dell’audience engagement torneranno il concorso nazionale dedicato ai prodotti audiovisivi nelle scuole e i tanti premi in palio che vedranno i ragazzi protagonisti veri del Festival con esperienze formative, produttive e con tante idee. «Il Festival svolge un lavoro fondamentale per la formazione del nuovo pubblico – ha sottolineato Antonella Parigi, assessore alla cultura della Regione Piemonte – tra gli altri aspetti c’è infatti la possibilità di produrre, fare e sperimentare linguaggi creativi in una città e in una regione con un sistema cinematografico molto forte che stiamo cercando sempre più di valorizzare».

Occasione ghiotta, quella del Sottodiciotto, per festeggiare anche i 50 anni di Aiace, che si accompagneranno ad altri anniversari importanti ricordati attraverso film e personaggi ospiti del Festival. Ci sarà per esempio Bruno Bozzetto, che parteciperà a un incontro con Bronzit, dove ciascuno dei due artisti si confronterà sul rispettivo lavoro, tra aneddoti e curiosità sul mestiere di animatore. Sarà anche l’occasione per ricordare il mezzo secolo della parodia di Bozzetto Vip, mio fratello superuomo, Yellow Submarine, indimenticato film di animazione per la prima volta in Italia in versione restaurata, e infine il professor Balthazar, altro celebre protagonista di film di animazione durante gli anni Settanta.

«Sono molto soddisfatto di un programma che incrocia professionalità e approcci diversi allo spettacolo – è il commento di Steve Della Casa, direttore di Sottodiciotto – la chiave per questo 2018 è andare sempre più incontro alla sensibilità del pubblico, è un festival dove imparare ma anche divertirsi». Intanto, sono già state inaugurate le proiezioni per le scuole, mentre dal 16 marzo prenderanno il via le tante iniziative che compongono il cartellone del Festival.

Si partirà con The Breadwinner, film di animazione in gara agli Oscar, con la produzione di Angelina Jolie: una storia di resilienza femminile ambientata in Afghanistan sotto il regime talebano. Sempre dagli Oscar arriverà Revolting Ryhmes, film di animazione tratto dalle storie in rima di Roald Dahl. Presenti anche inediti e anteprime, come lo smaliziato mokumentary Oh Mio Dio!, di Giorgio Amato, che affronta il particolare tema del ritorno della divinità nel mondo di oggi, o Dopo la guerra, di Annarita Zambrano, che riflette sulle conseguenze del terrorismo per le nuove generazioni.

Spazio anche per una collaborazione con Camera – Centro Italiano per la Fotografia, che dal 14 marzo all’8 aprile ospiterà una speciale mostra di Martha Cooper On the Street, curata da Enrico Bisi e inserita nel programma di Sottodiciotto perché dedicata al movimento hip hop, filo conduttore del festival cinematografico di quest’anno. Tre saranno le sedi nelle quali prenderà forma la più grande mostra mai realizzata in Italia sul movimento hip hop, oltre a Camera ci saranno infatti anche il Cortile del Rettorato e la Biblioteca del Rettorato dell’Università, in via Po, per un percorso alla scoperta degli scatti della Cooper, classe ’43 e fotografa di riferimento della scena artistica hip hop newyorkese, che sarà ospite a Torino il 21 marzo, a Camera, alle 18.30.

Hip Hop drops porterà al Sottodiciotto proiezioni ma anche performance dal vivo e djset, con l’intento di esplorare un fenomeno che dagli anni Settanta ha influenzato tanti giovani in ogni angolo del Pianeta. Ci sarà l’inedito film Boom for Real: the Late Teenage Years of Jean-Michel Basquiat, ma anche cult come Wild Style o il più recente 8Mile. Come annunciato dalla presidente Milani, davanti alla Mole sarà costruito un muro di 25 metri per 4 dove Mr.Wanny sarà all’opera con le sue bombolette per un evento unico di live painting che avrà per protagonista il writer italiano di fama internazionale.

Al Circolo dei lettori sarà invece presente Wikicampus, una serie di percorsi dedicati all’hip hop, che daranno voce ai diversi protagonisti di questo movimento, dal 16 al 23 marzo tra rapper, giornalisti, studiosi alla scoperta di un fenomeno culturale che ha connotato gli ultimi 40 anni nelle arti visive, nella musica e nella moda. In cattedra Danno, Ensi, Willie Peyote, Rancore, Dj Mastafive, Dutch Nazari, Double S e altri.

L’omaggio di questa edizione sarà per i Manetti Bros: ai fratelli registi che hanno sempre riservato un posto d’onore alla musica nelle proprie opere, specialmente all’hip hop, sarà dedicata la proiezione di Ammore Malavita, in gara ai David di Donatello insieme ad altri film che li accoglieranno in città il 17 e 18 marzo.

Tanti anche gli eventi live che si snoderanno sul tema della musica, tra djset dedicati, dirette radio e le due feste di apertura e chiusura, venerdì 16 marzo alle 22.00 a Mondo Musica con Welcome to the jungle e venerdì 23 marzo all’Hiroshima Mon Amour con un evento unico per il festival, la festa jam con Dj Mastafive e Dj Double S ai piatti e ai microfoni Ensi, Rancore, Dutch Nazari.

Le proiezioni del festival sono a ingresso gratuito, per le proposte indirizzate alle scuole è necessaria la prenotazione presso la sede del Festival Aiace Torino (dalle 14.00 alle 18.00), o a info@sottodiciottofilmfestival.it La mostra di Martha Cooper avrà i seguenti orari: Camera il lunedì, mercoledì, venerdì sabato e domenica 11.00-19.00, giovedì 11.00-21.00 e martedì chiuso; Rettorato lunedì-venerdì 10-19.30, sabato 17 e domenica 18 marzo 10.00-18.00, 24 marzo 12.00-19.00, 25 marzo chiuso. Il programma completo con orari e luoghi di incontri e proiezioni sul sito di Sottodiciotto Film Festival & Campus.

Potrebbe interessarti anche: , Al Museo del Cinema di Torino il Premio Innovazione digitale nei Beni e Attività Culturali , A Torino arriva Un'estate al cinema: il programma completo , Cinemambiente 2018: a Torino la 21esima edizione del Festival di cinema ambientale , La pellicola stregata: il challenge instagram tra cinema e musica , Il Torino Film Lab sulla Croisette al Festival di Cannes 2018

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.