Food Torino Lunedì 8 gennaio 2018

7 idee torinesi per smaltire i chili di troppo dopo le Feste

© Alessandra Chiappori

Torino - Passate le feste e arrivato il nuovo anno è tempo di fare i conti con i bilanci, ma soprattutto con la bilancia, quella che ci indica con chiarezza che abbiamo ceduto a panettoni, torroni e cioccolato, senza troppo curarci del fatto che la cintura sarebbe diventata stretta e il vestito preferito sarebbe caduto male sui fianchi. Per fare pace con la linea grazie ai buoni propositi di inizio anno, ci sono tante soluzioni da mettere in pratica, perché no scoprendo la città e le varie iniziative che offre.

Se il freddo del fiume non vi spaventa, potreste decidere di riscoprire Torino dal Po, perché no navigandoci sopra in canoa, come i due protagonisti dell’ultimo romanzo di Fabio Geda. Le società di canottieri sono numerose, alcune storiche come la Reale Società Canottieri Cerea, fondata a Torino nel 1863, la più antica di Italia, oppure il Circolo Canottieri Esperia, o ancora la Società Canottieri Armida, tutte nate nel diciannovesimo secolo in riva al fiume più lungo dello Stivale. Se amate la natura, e l’idea di pagaiare sul pelo dell’acqua a contatto con il grande fiume vi affascina e vi riporta a climi e atmosfere inglesi, il canottaggio è l’attività giusta per allenarsi in vista della bella stagione, vivere una nuova esperienza e perdere qualche chilo. Le opportunità di praticare canottaggio a Torino sono tantissime, vista la familiarità di questo sport sul territorio torinese, ne trovate per ogni tasca ed esigenza.

Voglia di ballo? A Torino serpeggia la moda del Lindy Hop e della danza jazz che impazzava nella Harlem degli Anni Ruggenti. Passi esuberanti e divertimento sui ritmi charleston per una danza simbolo della Swing Era, capace di riempire le sale da ballo sulle note delle big band di Benny Goodman, Count Basie o Duke Ellington. Sentite già i piedi fremere e il jazz risuonare? A gennaio sono tante le lezioni gratuite di prova in diverse scuole. Feel Good Swing, per esempio, apre le porte ai principianti del Lindy Hop giovedì 11 (da Quibì) e sabato 13 gennaio (al Jazz Club Torino), e sarà possibile fare lezioni di prova per tutti i livelli senza impegno nel corso dell’anno. Dusty jazz apre nuovi corsi nel 2018, la prima lezione di prova sarà il 9 gennaio in via della Basilica 3, seguirà una prova l’11 gennaio in via Arimondi 6. 

Siete timidi e impacciati e il ballo non fa per voi? Bando alla pigrizia con una sana pedalata per diletto o per recarvi al lavoro: potreste infatti approfittare dei numerosi e diversi servizi di bike sharing presenti a Torino, da quelli con stazione fissa, tra cui spicca l’ormai diffusissimo ToBike, che ha postazioni su tutta la mappa urbana e un sacco di opzioni di abbonamento, al nuovo free floating bike sharing. Da novembre sono infatti tanti i servizi approdati in città che permettono di individuare la bici più vicina attraverso le apposite app sullo smartphone, raggiungerla, sbloccare la ganascia, inforcare il due ruote per quanto si vuole e, a fine uso, richiudere via web il lucchetto avendo cura di lasciare il mezzo su cavalletto e senza infastidire la circolazione di pedoni e auto.

Se amate la neve, l’inverno è la stagione perfetta, a Torino, per smaltire le abbuffate festive sulle piste da sci. A pochi passi dalla città si sviluppa infatti il comprensorio sciistico internazionale della Vialattea, che include le località di Sestriere, Sauze d’Oulx, Oulx, Sansicario, Cesana, Pragelato, Claviere e la francese Montgenèvre, un paradiso per gli amanti degli sport invernali, che non si faranno sfuggire neanche l’occasione di una discesa a Bardonecchia. Neve e piste non solo in Val di Susa, ma anche nel cuneese, con i comprensori molto apprezzati di Limone Piemonte e Prato Nevoso, o sotto il Monte Rosa, a Macugnana e Alagna Valsesia.

Torino non ha solo le Alpi, ma una collina che svetta nei pressi della città e che riserva non poche sorprese, una tra tutti la Basilica di Superga, capolavoro artistico di Filippo Juvarra, famosa non solo per il suo valore storico ma per la tragica vicenda del Grande Toro. Sebbene sia possibile scalare il fianco della collina e arrivare alla Basilica grazie al percorso su un’antica e divertente tramvia a dentiera, dalla stessa stazione Sassi si diparte anche il tragitto che, curva dopo curva, immerso nella natura, vi condurrà alla meta anche da semplici pedoni. Un percorso non solo suggestivo e noto a pochi curiosi, ma utile per sentirsi meno in colpa dopo gli eccessi a tavola.

La stagione invernale, a Torino, riserva climi non troppo miti e ogni tanto neve, ma se avrete il coraggio di affrontare la brina e vi proteggerete con l’abbigliamento adeguato, esiste un rimedio classico, semplice e salutare per rimettersi in forma dopo il Natale: la corsa al parco. Tante sono le possibilità che avrete per allenarvi sui sentieri tra aiuole e panchine: c’è il parco più noto della città, il Valentino, ma esistono anche il Parco Ruffini (meta privilegiata per gli sportivissimi) o il Parco della Pellerina, il più esteso in città. Per la gita fuori porta, poi, è immancabile il parco della Mandria, nei pressi della Reggia di Venaria: correre immersi tra natura e storia vi darà una marcia in più.

Infine, se proprio l’idea di praticare uno sport è lontana dalle vostre corde, c’è un’ultima possibilità che, combinando vita all’aria aperta e movimento, potrebbe influire positivamente sulla vostra dieta, aggiungendo anche un tocco di salute per quanto riguarda l’alimentazione. Avete infatti mai pensato di coltivare un orto in città? Spazi comunali affidati in gestione a diverse realtà, gli orti urbani nascono come iniziative di agricoltura sociale per riconquistare saperi e pratiche perdute e per attivare politiche comunitarie spesso in aree periferiche. Il 2017 ha sancito a Torino la nascita di OrMe, la rete metropolitana degli orti urbani torinesi, che raccoglie tutte le esperienze presenti e attive in città. Preparate la vanga e l’innaffiatoio: la primavera vi porterà sorprese e cibo sano!

Potrebbe interessarti anche: , Bocuse d'or Europe Off 2018: a Torino le cene gourmet salgono in tram , La cucina di buon gusto: una mostra golosa alla Biblioteca Reale di Torino , Vinum: ad Alba due weekend per festeggiare i grandi vini del Piemonte , Indigena: Wine School e asta del Barolo nelle terre dei grandi vini piemontesi , Bocuse d’Or Europe Off 2018: golosi eventi culturali diffusi in tutto il Piemonte. Il programma

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.