Mostre Torino - Giovedì 9 marzo 2017

Titanic The Artifacts Exhibition, la mostra a Torino

di Alessandra Chiappori

Frammenti autentici della nave, insieme a oggetti originali di proprietà dei passeggeri, e poi la ricostruzione in scala reale di una cabina di prima classe e una di terza, così come altre curiosità e reperti in arrivo direttamente dal 1912 alla Promotrice delle Belle Arti di Torino per la mostra-evento Titanic - The artifact exhibition.

Un viaggio alla scoperta della nave più famosa al mondo e della sua tragica fine causata dalla collisione con un iceberg durante il viaggio inaugurale, nell’aprile del 1912, che la portò a fondo in poche ore decretando la morte di più di 1500 passeggeri. La mostra, visitabile dal 18 marzo al 25 giugno, arriva in Italia dopo un tour mondiale di grande successo grazie alla Premiere Exhibitions, società americana che possiede il relitto del Titanic, e a Dimensione Eventi.

«Si tratta di un evento di respiro internazionale che arriva in esclusiva a Torino, per la prima volta in Italia – ha ribadito l’assessore al commercio del Comune di Torino Alberto Sacco – ha avuto un grandissimo successo in altri luoghi del mondo con numeri importanti, come 25 milioni di visitatori. Un successo dovuto all’opportunità che la mostra offre di vedere oggetti veri, che sono realmente stati sul Titanic e sono stati recuperati. Si tratterà inoltre di un percorso emozionale, che darà la possibilità di sentirsi proprio come sulla nave».

Previsto infatti, durante la visita, un autentico racconto della storia della nave e del suo affondamento, inclusa una parete di ghiaccio che, nell’intento di ricostruire la situazione in cui si trovò il Titanic la notte tra il 14 e il 15 aprile del 1912, coinvolgerà ancora di più il pubblico. Non solo relitti e reperti, ma un vero e proprio viaggio nelle vite di quanti, dai passeggeri, agli ufficiali di bordo e a tutto il personale impiegato, furono coinvolti nel dramma navale più noto dell’età moderna. Una tragedia che, tuttavia, non smette di affascinare, complice il film campione di incassi e di Oscar del 1997, ma complice anche il riemergere dagli abissi di piccoli frammenti di vite, e di storie.

Tra il 1987 e il 1994 RMS Titanic organizzò infatti numerose spedizioni finalizzate al recupero del relitto, ripescando dal fondo dell'oceano oltre 4000 oggetti. “ì«La storia del Titanic è stata raccontata molte volte – spiega la curatrice della mostra, Alexandra Klingelhofer, vice presidente di Collections Premiere Exhibitions, a Torino personalmente per curare l’allestimento – ma per la prima volta con questo evento viene raccontata in presa diretta con oggetti veri. Il 1 settembre 1985 la Woods Hole Oceanographics scoprì il relitto e quel che ne restava, diviso com’è oggi in due parti, a 3800 metri sul fondo dell’oceano. Per raggiungerlo occorrono 35 ore di navigazione e due ore e mezza di discesa in acqua. È un’immersione estremamente pericolosa, oltre ai 50 metri a cui può scendere l’uomo, infatti, diventa tutto buio e la temperatura scende». Eppure, sul fondo dell’oceano sono stati ritrovati praticamente intatti relitti e oggetti mai coperti da altro, rimasti cristallizzati da quella notte del 1912. Le 8 missioni organizzate in circa 20 anni hanno riportato a galla più di 5000 oggetti che sono stati attentamente catalogati: 200 di questi saranno presenti in mostra a Torino per la prima volta. Si va dalle stoviglie, piatti decorati e porcellane, agli arredi della stessa nave, e ancora a effetti personali, perfino abiti e boccette di profumo che parlano dell’epoca attraverso una sembianza di aroma rimasto imprigionato tra il vetro. E poi carte, miracolosamente salvate dal deperimento perché contenute in bagagli che le hanno protette: cartoline dall’Europa che evocano viaggi, banconote, ma anche spartiti musicali originali.

«Portare la mostra a Torino è stato un lungo lavoro – conferma Dimensione Eventi sottolineando la preziosità e unicità della mostra – sarà come salire a bordo del Titanic, esplorare le cabine, la sala motori… Il percorso si concluderà con il memorial wall su cui sono indicati i nomi dei deceduti e dei sopravvissuti».

Particolarità dell’evento torinese sarà la stanza dedicata ai 37 italiani che erano a bordo della nave dei sogni, di cui solo 8 con biglietto pagato, essendo gli altri parte dell’equipaggio. Ancora storie, ancora racconti di vite. E sono molti coloro che, affascinati dalla tragica vicenda, ne hanno studiato i dettagli ed esaminato le dinamiche, come Duilio Curradi, uno dei massimi esperti del Titanic, del quale sarà esposto alla Promotrice delle Belle Arti lo speciale modellino della nave in scala 1 a 100 con i quattro ponti superiori arredati. Altra “chicca” tutta italiana sarà inoltre la testimonianza di come la notizia dell’incidente nautico arrivò in Italia, grazie alla presenza in mostra di una stampa originale del 1912.

La mostra ha una pagina facebook attraverso cui restare aggiornati su orari e biglietti, acquistabili online, oppure al botteghino della Promotrice delle Belle Arti, in via Balsamo Crivelli 11, al centro del Parco del Valentino.

ORARI

La mostra è aperta tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 20; sabato dalle ore 10 alle ore 22. Ultimo ingresso un'ora prima dell'orario di chiusura. NB: Eventuali variazione di orario verranno comunicati tempestivamente sulla pagina facebook ufficiale della mostra.

BIGLIETTI

Intero 16 Euro
Ridotto Generico (over 65 anni , disabili e partners*) 13 Euro
Ridotto bambini (dai 3 ai 12 anni) 8 Euro
Biglietto Open 18 Euro

Foto