Teatro Torino - Lunedì 6 marzo 2017

L'allegra vedova con Maddalena Crippa al Gobetti

Maddalena Crippa, L'allegra vedova cafè Chantant

Acquista i biglietti dello spettacolo L'allegra vedova su happyticket. Puoi farlo direttamente online, ovunque tu sia.

Torino - Maddalena Crippa riscopre pagine dell’operetta più acclamata al mondo in una veste nuova e originale, che alterna al racconto le più belle arie scritte da Franz Lehár.

Martedì 7 marzo, alle ore 19.30, al Teatro Gobetti debutta L'allegra vedova Cafè Chantant rielaborazione del testo originale di Victor Leon e Leo Stein, arrangiamento musiche originali Franz Lehár a cura di Giacomo Scaramuzza.

Lo spettacolo, diretto da Bruno Stori, è interpretato da Maddalena Crippa affiancata in scena da Giampaolo Bandini (chitarra), Giovanni Mareggini (flauto e ottavino), Mario Pietrodarchi (fisarmonica), Federico Marchesano (contrabbasso), sarà replicato al Gobetti, fino a domenica 12 marzo.

Crippa si definisce un’attrice prestata alla canzone. E non sbaglia. Nella sua lunga carriera, iniziata a 17 anni con Strehler ne Il Campiello di Carlo Goldoni, ha lavorato anche con Marcucci, Ronconi, Antoine Vitez, Castri, Peter Stein. Ma la sua seconda anima è sicuramente quella musicale che le ha permesso di alternare i grandi personaggi da Shakespeare, Dostoevskij, Goldoni, Marivaux, Brecht a recital vitali e coinvolgenti, imperniati su epoche musicali diverse.

È con questo spirito scanzonato che la Crippa affronta La Vedova Allegra, una delle opere musicali più rappresentate al mondo.

Alternando le parti recitate, frammenti di dialoghi e monologhi tradotti dal libretto originale di Leon Stein e Victor Leon, alle parti cantate, arie e duetti, l’attrice si sdoppia e dà voce e carattere sia a Hanna Glavari che al principe Danilo.

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

Oggi al cinema a Torino

Il fiume ha sempre ragione Di Silvio Soldini Documentario Italia, Svizzera, 2016 Proprio come Johannes Gutenberg, Alberto Casiraghy ha trasformato la sua casa di Osnago in una vera "bottega" editoriale: con una vecchia macchina a caratteri mobili stampa piccoli e preziosi libri di poesie e aforismi. Non molto lontano, oltre il confine... Guarda la scheda del film