Food Torino Domenica 8 maggio 2016

Libri e cibo sotto la Mole: tra caffé storici e novità

Caffé e letteratura
© Shutterstock

Torino - Torino, città di libri e di scrittori, ma anche città di ristoranti e caffè storici, da sempre luoghi privilegiati di incontri, momenti di piacere, svago o riflessione per pensatori e intellettuali.

Come non fare riferimento allora ai caffè storici del centro, scenario di incontri tra politici e nomi noti del mondo letterario? Si parte da Fiorio, che nel suo pregiato locale di via Po, tra poltroncine in velluto, eleganti tavoli e impeccabili camerieri in livrea, offre uno dei migliori gelati al gianduia della città e un invitante zabaione caldo.

Da Platti, in corso Vittorio Emanuele, l’atmosfera è ancora quella retrò dei primi del Novecento. Tra le sontuose sale si ritrovavano Luigi Einaudi, presidente della Repubblica, e Cesare Pavese, ex alunno del vicino liceo D’Azeglio, che tra un incontro e l’altro con un altro Einaudi, l’editore Giulio, ai tavolini era solito anche scrivere. Pavese frequentava anche il caffè Talmone, nell’elegante cornice di piazza Carlo Felice, un altro locale storico dove coccolarsi con fine pasticceria e chiacchierare insieme agli amici e colleghi Cesare Balbo, Natalia Ginzburg, Paolo Boringheri e Italo Calvino.

Per ritrovare un po’ dell’elegante ambiente dei caffè torinesi, il Circolo dei Lettori, ospitato all'interno del Palazzo Graneri della Roccia di via Bogino, riserva ai tanti lettori e curiosi che lo frequentano anche un bar. È Barney’s, aperto dal mattino, per una semplice colazione con caffè e brioche, ma dove potrete gustare anche un ricco brunch, oppure pranzare o fare merenda con i panini d’autore delle collane culinarie, abbinati ciascuno a un titolo o a uno scrittore noto.

Lo stile cambia e abbandona i fasti dei luoghi storici della scrittura entrando nel quartiere di San Salvario, in via Belfiore, dove la libreria Luna’s Torta combina libri e torte dolci e salate in un ambiente vivace e giocoso. Proposte editoriali indipendenti, tante presentazioni e attività collaterali, per un luogo che combina con la ricetta giusta cultura, buon cibo e simpatia.

L’ ultima spiaggia, se ancora non avete trovato l’atmosfera letteraria giusta, è l’osteria Da Vittorio, altrimenti nota proprio col nome di L’ultima spiaggia. Se volete approfittare di una gita nei pressi di Pino torinese e allontanarvi dalla frenesia del centro, in corso Chieri potrete vivere l’esperienza di un locale tipicamente piemontese: cucina tradizionale e un trattamento familiare. Il legame con la Torino letteraria? Da Vittorio erano soliti fermarsi a pranzare anche tanti scrittori, tra cui per esempio Salgari, ricercatore di gusti locali tra un’avventura esotica e l’altra.

Potrebbe interessarti anche: , La Gelateria Marchetti di Torino è una delle migliori d'Italia secondo Gambero Rosso , Panini a Torino, per una pausa pranzo veloce e gustosa. 7 indirizzi dove andare , 7 idee torinesi per smaltire i chili di troppo dopo le Feste , Tè e infusi a Torino, 10 luoghi dove berli e acquistarli , I piatti tipici piemontesi da mangiare a Natale, tra idee e tradizione

Scopri cosa fare oggi a Torino consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino.

Oggi al cinema a Torino

The post Di Steven Spielberg Drammatico, Biografico U.S.A., 2017 1971: Katharine Graham è la prima donna alla guida del The Washington Post in una società dove il potere è di norma maschile, Ben Bradlee è lo scostante e testardo direttore del suo giornale. Nonostante Kaye e Ben siano molto... Guarda la scheda del film