Paolo Jannacci Quartet in concerto - Palazzo mezzanotte - Milano

Midnight Jazz Festival 2017

07/07/2017

Giovedì 27 luglio 2017

Ore 21:00

Milano - Quinto e ultimo appuntamento all'interno del Midnight Jazz Festival 2017 a Palazzo Mezzanotte. Giovedì 27 luglio, alle ore 21, sul palco c'è Paolo Jannacci, con un concerto che offre al pubblico del Midnight Jazz Festival un incastro tra il suo ultimo lavoro discografico e l’intenso omaggio al padre Enzo Jannacci, con cui Paolo ha diviso palco e vita per oltre un ventennio, nel suo ruolo di produttore, arrangiatore ed esecutore dei brani che hanno segnato anche la storia della cultura musicale del nostro paese. Complici di entrambi i passaggi, gli ormai inseparabili virtuosi che con maggior continuità condividono con lui carriera e riconoscimenti.

Milano - Stefano Bagnoli (batteria e percussioni): inizia la carriera musicale, non ancora quindicenne, nel 1978, nel gruppo di Paolo Tomelleri; entra al Conservatorio Verdi di Milano e sviluppa il proprio talento musicale sia in ambito jazzistico tradizionale che moderno. Nel 1994 entra nel team di Enzo Jannacci, affiancandolo in tutte le tourneè teatrali, nella discografia e nei programmi televisivi, sino alla sua scomparsa. Dal 2011 fonda un proprio trio con due giovanissime promesse quali Francesco Patti e Giuseppe Cucchiara, lo Stefano Bagnoli We Kids Trio.

Milano - Marco Ricci (basso elettrico, contrabbasso):  intraprende lo studio dello contrabbasso presso il Conservatorio Verdi di Milano ed esordisce in campo jazzistico nel 1987. Nel 1996 inizia a suonare e a vantare numerosissime collaborazioni importanti, in Italia e all’estero. È attivo In campo jazzistico e anche sul versante della canzone d’autore, in particolare di Enzo Jannacci con stabilisce un’importante sodalizio.

Daniele Moretto (tromba, flicorno e cori): figlio d’arte, a undici anni entra al Conservatorio Verdi di Milano e si diploma in tromba, diventando prima tromba dell'Orchestra del Teatro alla Scala. Dalla Musica classica si avvicina alla musica jazz, iniziando a collaborare con la Paolo Tomelleri Big Band. Dal 1998 collabora, sia in studio che nei concerti live, con Enzo Jannacci. Compone anche numerosi spot pubblicitari.

Il progetto viene così commentato da Paolo Jannacci: «Tantissimi amici hanno chiesto di potermi ascoltare in concerto, facendo vivere ancora le canzoni del papà, sapendo che io fossi la persona più indicata per farlo. Ho deciso di offrire al pubblico uno spettacolo di canto e musica, che comprende il mio repertorio di brani jazz originali e le canzoni di Enzo più care al pubblico e alla mia famiglia. Sarà uno spettacolo pieno di energia poetica e musicale perché, oltre che dare tutta la mia energia suonando il pianoforte, ricorderò mio padre a chi lo conosce e cercherò di farlo conoscere a chi non ha mai sentito parlare di lui. Durante lo spettacolo non ci saranno tanti fronzoli; solo il reale della musica, che spero arrivi dritta al cuore di chi l’ascolta». Sull’altro versante artistico, Paolo Jannacci presenta la sua nuova produzione discografica: Hard Playing, uscito il 24 marzo, a quattro anni di distanza dal suo precedente lavoro; disco dedicato al jazz più contemporaneo, a volte sperimentale, rivela un legame alla pura espressione della soggettività, in cui spicca sempre la visione di insieme dei quattro eccellenti musicisti che lo hanno composto e suonato.

Qui puoi dare un'occhiata al programma completo del Midnight Jazz Festival 2017 a Milano.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 25/07/2017 alle ore 18:50.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Il diritto di contare Di Theodore Melfi Drammatico U.S.A., 2016 L’incredibile storia mai raccontata di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre brillanti donne afroamericane che – alla NASA – lavorarono ad una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell’astronauta... Guarda la scheda del film