Concerti Milano - Lunedì 9 gennaio 2017

Concerto gratuito nel Duomo di Milano: come partecipare

I Solisti Veneti in concerto nel Duomo di Milano

Passato e presente, tradizione e futuro, memoria e contemporaneità, il tutto nel segno di un monumento che ha attraversato lo scorrere dei secoli per essere punto di riferimento di una comunità e simbolo di Milano nel mondo. In un incontro di generazioni, con un dialogo fatto di musica, il Duomo torna ad ospitare il concerto offerto alla città dalla Veneranda Fabbrica e dal Comune di Milano in occasione delle festività.

Inizialmente previsto per il 20 dicembre 2016, il tradizionale evento natalizio era stato sospeso dalla Veneranda Fabbrica e dal Comune di Milano in segno di rispetto per l’uomo morto nella stessa giornata a seguito della caduta dalle Terrazze del Duomo e nelle stesse ore in cui erano in corso le necessarie verifiche sul Monumento da parte delle autorità competenti.

Come augurio per l’anno appena iniziato, l’appuntamento viene ora riproposto, aperto a tutta la cittadinanza, in programma venerdì 13 gennaio 2017 alle ore 19.30 e vede protagonisti l’ensemble I Solisti Veneti, sotto la direzione dello storico fondatore, maestro Claudio Scimone, che si esibisce insieme a FuturOrchestra, composta dai giovani musicisti del Sistema Orchestre e Cori Giovanili in Lombardia e con I Polli(ci)ni, ovvero i giovanissimi del Conservatorio Pollini di Padova.

Da un lato, dunque, una formazione musicale fondata nel 1959, riconosciuta eccellenza artistica in tutto il mondo, con 6000 concerti all’attivo, tenuti in più di 90 paesi, partecipazioni ai massimi festival internazionali, di cui 30 al Festival di Salisburgo, e una discografia di oltre 350 titoli; dall’altro la maestria che cresce, quella di FuturOrchestra, vertice formativo del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili in Lombardia, che riunisce musicisti dai 12 ai 22 anni, fino ad arrivare ai Polli(ci)ni, giovanissimi musicisti di età compresa tra i 7 e i 15 anni, formazione nata nel 2003 in seno al Conservatorio Cesare Pollini di Padova per iniziativa di un piccolo gruppo di docenti, in prevalenza strumentisti ad arco.
La sinergia di realtà musicali così vivaci e complementari, porta in Duomo un’inedita e significativa alleanza tra una prestigiosa tradizione e il promettente impegno delle nuove generazioni, con un messaggio di apertura che, con impatto emozionante, riflette il dinamismo culturale e sociale della Milano odierna.

Il programma musicale si pone in equilibrio tra il repertorio più consolidato dei Solisti Veneti e un’espansione sinfonica adatta alla sinergia con FuturOrchestra, accostando tre concerti barocchi di Vivaldi tratti dal celebre Estro armonico al classicismo viennese di Mozart:

  • Antonio Vivaldi: Concerto n. 10 per 4 violini, violoncello e archi
  • Antonio Vivaldi: Concerto n. 11 per 2 violini, violoncello e archi
  • Antonio Vivaldi: Concerto n. 9 per violino e archi
  • Wolfgang Amadeus Mozart: Sinfonia n. 40 in sol minore K 550

Ingresso al Duomo: come assistere al concerto

L’ingresso al concerto in Duomo, libero fino ad esaurimento posti, è consentito a partire dalle ore 18.45.

Al fine di agevolare i controlli delle autorità di Pubblica Sicurezza ai varchi di accesso, gli spettatori sono invitati ad essere collaborativi con le stesse, svuotando le tasche da oggetti metallici e aprendo le borse.
Non è possibile accedere con caschi, oggetti di vetro e valigie. Si sconsiglia di portare all’interno della Cattedrale borse voluminose.