Food Milano - Mercoledì 27 luglio 2016

Moleskine Café, a Milano dai taccuini nasce il bar

di Simone Zeni
Moleskine e caffè
© Flickr.com - Henri Bergius

Tutto conoscono Moleskine come marchio di agende utilizzate dai più noti intellettuali di un tempo. Celebre la passione Hemingway per i taccuini del brand, su cui prendeva abitualmente appunti. Un po' di quell'immaginario letterario, in una sorta di café littéraire 2.0, nasce ora a Milano Moleskine Café.

Un po' bar, un po' bookshop e anche un po' galleria, questa nuova apertura in corso Garbaldi 65 si pone come spazio nuovo che dove i creativi meneghini possono trovare la giusta, produttiva quiete di cui necessitano per una pausa di relax e di riflessione.

Così, nel cuore di Brera, giovani creativi attenti alla moda possono trovare rifugio in questo luogo che ha anche in programma una serie di conferenze, sessioni formative e mostre. E si possono acquistare tutti i prodotti Moleskine, naturalmente.

Questo è il primo food corner dell'azienda e, con ogni probabilità, l'intenzione è quella di riprodurre il format in altre parti del mondo. Se l'arredamento rispecchia la filosofia del marchio, con toni cromatici neutri, il bar propone miscele per espresso selezionate (venduto anche in grani all'interno di speciali confezioni Moleskine avvolte da una fascetta illustrata), un assortimento gourmet di sandwich, minestre e insalate. Diverse le proposte per le colazioni e i brunch.

Moleskine Café è aperto tutti i giorni dalle 7.30 alle 21.30.