Libri Milano - Venerdì 27 dicembre 2013

Angelize di Aislinn. La recensione

di Matteo Paoletti
Angelize di Aislinn. Milano fa da sfondo al romanzo

Milano - Il profumo del caffé, dei fiori ma anche gli odori tanto forti da fare lacrimare. Il tocco di una carezza o il dolore per un calcio; l’amore, la rabbia, le speranze e i rimpianti. La musica. E poi la pioggia fredda che le gocce pungono come fossero spilli, il sole che sorge, scalda, brucia. Questi sono alcuni elementi con i quali potremmo descrivere la nostra vita.

Immaginate adesso una vita spogliata di emozioni, empatia, sensazioni e sentimenti. Elevate questa vita all’eternità. L’inferno? No. Questa è la vita degli angeli immaginata da Aislinn, autrice, blogger, sognatrice, che proprio in quest’autunno ha fatto il suo esordio in libreria con Angelize, edito da Fabbri Editore (352 pp, 16 Eur).

Quello di Aislinn, è un romanzo che parla di passioni, un romanzo che parla di angeli caduti e di uomini che diventano prima angeli e poi ibridi, ma è una grande metafora, una dichiarazione di amore per la vita in ogni suo aspetto.

I protagonisti di Angelize si muovono in una Milano fredda come solo febbraio sa esserlo. Sono uomini che – uccisi da angeli affamati di vita – prima ne prendono il posto, per poi tornare in vita, grazie ad la mediazione soprannaturale di una Dea della Terra controparte del Dio del Cielo, come esseri sospesi tra due mondi, più che umani, meno che angeli.

La loro vita è un’anomalia che gli angeli puri, guidati dall’arcangelo Michele, vogliono estirpare come fosse gramigna nel giardino di Dio. Inevitabile che le due volontà: la voglia di vivere e quella di fare rispettare la legge di Dio, vengano a confrontarsi fino ad un epico scontro finale. Il cardine del libro non sono le spade infuocate, né gli elementi soprannaturali, presenti e ben raccontati, ma la vita di Haniel, Rafael, Hesediel e gli altri semi angeli semi uomini. Cosa fareste per una seconda occasione? Cosa se esseri potentissimi vorrebbero togliervela? Lottare o trattare?

L’autrice costruisce un romanzo nel quale l’incontro con i vari personaggi, uomini ed angeli, avviene con il giusto ritmo. Non mancano i cliffhanger e tra un salto e l’altro, mentre alcune tessere trovano la loro posizione, altre vanno a formarsi.
Il tutto è ben accompagnato da una prosa capace, propria con chi sceglie le parole con la stessa cura con la quale un cuoco dosa gli ingredienti.

Gli angeli di cui parla Aislinn non sono i melanconici protagonisti del capolavoro del film di Win Wenders, ma ne condividono la natura. Sono anime innamorate del Creato, disposte a commettere un omicidio, rinunciando all’eternità pur di assaporarne l’essenza. Contro di loro, Mikael e la sua Legione, angeli puri come alla Creazione, ma orfani di un dio che gli ha abbandonati, rimasti solo con la Sua legge, la volontà, e soprattutto il potere, per farla rispettare.

Impossibile non provare empatia per i protagonisti, impossibile non soffrire con loro per una vita sospesa tra i rimpianti di quello che è stato, e che non sarà mai più e la paura, l’angoscia, che anche la loro nuova condizione sia vana; esseri dotati di grande potere, ma smarriti tra il ricordo del loro nome umano e il peso del loro nuovo nome angelico.

Attorno a loro scorre una Milano essenziale; lo sfondo nel quale si intravedono le luci delle ali ed il calore delle spade, il palcoscenico di una Guerra tra Cielo e Terra imminente .

Angelize è un romanzo da godersi fino all’ultima pagina, ma è anche il seme per qualcosa di più grande, la promessa che Aislinn fa ai lettori che hanno voglia di calarsi in un mondo nel quale gli angeli sono le ultime creature a cui inviare le preghiere delle buona notte.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Rosso Istanbul Di Ferzan Ozpetek Commedia Turchia, Italia, 2017 13 MAGGIO 2016. Orhan Sahin torna a Istanbul dopo 20 anni di assenza volontaria. Come editor deve aiutare Deniz Soysal, famoso regista cinematografico, a finire la scrittura del suo libro. Ma Orhan rimane intrappolato in una città carica di ricordi... Guarda la scheda del film