Mostre Milano - Venerdì 19 aprile 2013

'Mike Kelley: Eternity is a Long Time' all'Hangar Bicocca

di Lorenza Delucchi
Mike Kelley, John Glenn Memorial Detroit River Reclamation Project (Including the Local Culture Pictorial Guide, 1968-1972, Wayne/Westland Eagle), 2001 (dettaglio)
© Fredrik Nilsen © Estate of Mike Kelley. All rights reserved

Milano - Dal 24 maggio all'HangarBicocca (via Chiese 2) è visitabile Mike Kelley: Eternity is a Long Time progetto espositivo site-specific dedicato all’artista americano deceduto nel gennaio 2012.

La mostra, curata da Emi Fontana e Andrea Lissoni, è un’occasione di approfondimento sul lavoro di Kelley interrotto dalla sua prematura morte, a soli 58 anni. Negli spazi ex industriali di Bicocca i visitatori si muovono tra installazioni, video e sculture raramente esposte al pubblico, con un focus sul periodo che va dal 2000 al 2006.

Il progetto, pensato appositamente per HangarBicocca, deve la sua unicità al coinvolgimento di Emi Fontana, curatrice italiana che ha a lungo lavorato con Kelley. Per questa esposizione arrivano a Milano opere provenienti dal Museo Reina Sofia di Madrid, del Thyssen-Bornemisza Art Contemporary di Vienna e dalla Collezione Pinault di Parigi e Venezia.

Considerato uno dei più rilevanti artisti statunitensi contemporanei, Kelley era capace di mixare arte colta e popolare, generi espressivi diversi come la musica, l'architettura, la letteratura, e di esplorare temi quali la memoria, l’identità e il rapporto con l’autorità.

Le opere occupano per intero l'HangarBicocca e sono allestite secondo un percorso aperto e non cronologico, evidenziando l'eclettismo dell'artista che alterna l'utilizzo di tecniche e generi diversi, passando da installazioni a video, da sculture a disegni.

A dare il titolo alla mostra è Eternity is a long time, frase pronunciata da uno dei due attori del video Extracurricular Activity Projective Reconstruction #1 (Domestic Scene) al suo partner prima che entrambi si tolgano la vita.

Uno dei lavori centrali del progetto espositivo è l’installazione John Glenn Memorial Detroit River Reclamation Project (Including The Local Culture Pictorial Guide, 1968-1972, Wayne/Westland Eagle), (2001), ispirata a un monumento dell’astronauta John Glenn a cui il liceo frequentato da Mike Kelley era dedicato. I frammenti di vetro e ceramica colorati che ricoprono la scultura sono stati recuperati da Kelley stesso nel fiume di Detroit.

La mostra è visitabile dal 24 maggio all'8 settembre ad ingresso libero, dal giovedì alla domenica, dalle 11 alle 23.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Arrival Di Denis Villeneuve Fantacienza U.S.A., 2016 Quando un misterioso oggetto proveniente dallo spazio atterra sul nostro pianeta, per le susseguenti investigazioni viene formata una squadra di élite, capitanata dall’esperta linguista Louise Banks. Mentre l’umanità vacilla... Guarda la scheda del film