Mostre Milano - Mercoledì 13 ottobre 2010

Veneranda Fabbrica del Duomo: la Sezione Didattica offre visite guidate e laboratori creativi

di Serena Lietti
© Sezione didattica del Museo del Duomo

La Sezione Didattica della Fabbrica del Duomo organizza visite guidate e laboratori didattici per grandi e piccini. Consulta il programma

È il simbolo di Milano, ma in pochi lo conoscono bene. Avrete indovinato, parliamo del Duomo. A seguito del restauro che ha riportato la facciata e le pareti esterne all'antico splendore ci siamo accorti di quanto sia bello. È difficile immaginare quanto lavoro sia necessario per far sì che resti "in forma". Chi tiene quotidianamente sotto controllo la cattedrale è la Veneranda Fabbrica da cui dipendono il Museo del Duomo, la Cappella musicale e l'Archivio-Biblioteca.

Dalla primavera del 2008 la Veneranda Fabbrica ha istituito - all'interno del museo - una Sezione Didattica dedicata alla promozione del monumento simbolo di Milano. L'obiettivo è seguire ogni aspetto della vita del monumento meneghino per eccellenza, come ci hanno spiegato le responsabili dell'area Camilla Anselmi e Francesca Bianchi Janetti. In questo modo chi si avvicina al Duomo, viene guidato da personale esperto.

Per le famiglie, ogni sabato pomeriggio alle 14.30, è possibile seguire una visita guidata a tema. Gli stessi bambini vengono coinvolti attraverso attività didattiche a loro dedicate. I temi proposti sono sempre nuovi e cambiano a seconda del periodo dell'anno e degli avvenimenti liturgici della Cattedrale. A ottobre, ad esempio, si potranno visitare il tiburio (che racchiude la cupola) e le terrazze, mentre a novembre sarà possibile scoprire le vicende del Duomo tra Cinquecento e Seicento e visitarne il Tesoro.


Tante le proposte per le scuole, da quella dell'infanzia alla media superiore. I laboratori didattici, in cui la visita guidata è affiancata o sostituita da attività creative, consentono un approccio più coinvolgente al monumento. Per i più piccoli, ad esempio, una delle proposte è la scoperta dei significati degli animali reali o immaginari che si trovano negli ornamenti della cattedrale.

Tra le iniziative legate alle scuole c'è "Il Duomo e poi...", in cui il Museo del Duomo collabora con altre realtà culturali milanesi. La Cattedrale nasce infatti dell'applicazione di diverse discipline - dall'architettura all'ingegneria, dalla storia all'astronomia - e si presta a percorsi interdisciplinari. Quest'anno a collaborare con la Sezione Didattica sono Il Museo di Storia Naturale e il Planetario Civico. L'iniziativa si svolge in due momenti. Prima si visita il Duomo prendendo in esame un determinato argomento e poi ci si sposta nel luogo affiliato per approfondire il tema. Per i bambini, per esempio, si è pensato ad una visita in Cattedrale che guardasse agli animali in essa raffigurati e ai materiali presenti, seguita da una visita al Museo di Storia Naturale per vedere gli animali veri e la varietà dei materiali esistenti.

C' è anche la possibilità di visitare i cantieri marmisti: è qui che il marmo bianco-rosato, proviente dalle cave di Candoglia in Piemonte, viene lavorato e utilizzato per restaurare le parti rovinate del Duomo. È soprattutto la parte esterna dell'edificio a richiedere un continuo restauro o addirittura la sostituzione di alcune parti. Il marmo talvolta arriva persino a sgretolarsi, rendendo l'intervento indispensabile. Ciò che viene rimosso viene conservato o nel Museo o nei depositi presso i cantieri.

Per chiunque voglia visitare il Duomo guidato dal personale della Sezione Didattica e non perdersi l'Area Archeologica, il Tesoro e le Terrazze, c'è la possibilità di acquistare un biglietto cumulativo di 20 Eu. Un'altra iniziativa è quella della gift card natalizia, ottimo sostituto culturale alla classica strenna. Con questa carta è possibile scegliere una delle visite proposte, chi la riceve ha un anno di tempo per approfittarne.

Foto