Attualità Magazine Lunedì 26 marzo 2018

Fabrizio Frizzi è morto: addio al gentiluomo della tv

di
Fabrizio Frizzi
© Flickr.com / Comune di Milanocampusbiomedico

Magazine - Sempre sorridente, garbato e attento al pubblico. Se n'è andato nella notte di lunedì 26 marzo 2018, Fabrizio Frizzi, 60 anni, uno dei volti più amati della televisione italiana. A stroncarlo un'emorragia cerebrale. Frizzi è morto all'ospedale Sant'Andrea di Roma.

Il conduttore televisivo del quiz L'eredità era stato colpito a ottobre, durante la registrazione di una delle puntate, da un'ischemia cerebrale che lo aveva fortemente provato. Un dolore dal quale ha cercato di rialzarsi, soprattutto pensando alla figlia Stella, di appena 4 anni, e alla moglie Carlotta Mantovan (sposata nel 2014 dopo il divorzio da Rita dalla Chiesa). E così a dicembre è tornato alla guida del programma, prima insieme a Carlo Conti, un caro amico oltre che collega, e poi avanti come prima. Era stato lui stesso a voler ricominciare a lavorare, perché quell'adrenalina lo faceva stare meglio. Ma purtroppo la malattia contro cui stava combattendo non era ancora del tutto debellata. In diretta, però, il sorriso era quello di sempre

La sua carriera è stata all'insegna dell'attenzione al pubblico, uno stile per nulla scontato in un mondo, a volte e forse sempre più spesso, urlato, ma Frizzi ha mantenuto il suo aplomb fino in fondo e il pubblico lo ha premiato. Quarant'anni in Rai, gli esordi risalgono agli anni '80 nella tv dei ragazzi con Il barattolo, seguonoTandem e Pane e marmellata. Poi è la volta di Scommettiamo che...; Europa EuropaI soliti ignoti, ma anche, Telethon. Mentre per 15 anni è stato il volto di Miss Italia. Giusto per citare alcune delle trasmissioni che lo hanno visto alla conduzione.

In grado di mettersi in gioco, qualche hanno fa ha partecipato come concorrente al programma, condotto da Carlo Conti, Tale e quale show, stupendo tutti con la sua interpretazione di Piero Pelù. Per un attimo anche attore, all'Arena di Verona nella Vedova Allegra è stato il barone Mirko Zeta, con la partecipazione di Andrea Bocelli e con Cecilia Gasdia e Luca Canonici.

La Rai, sulla pagina Facebook, lo saluta scrivendo: Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano, mentre la moglie e i familiari lo salutano con un: Grazie per tutto l'amore che ci hai dato. E a seguire i post di addio e commozione si moltiplicano.

Potrebbe interessarti anche: , Ruolo e funzione della sinistra, Musso: «Quella strategia necessaria per uscire dall'immobilismo» , Bullismo: quelle prepotenze verso i più deboli che bisogna fermare , Elezioni 2018: «Un governo a guida M5S-Pd l'unica soluzione possibile», l'analisi di Bruno Musso , Strategie di marketing: come organizzare una festa aziendale di successo , Elezioni: nessun cambiamento è possibile, senza cambiare i meccanismi istituzionali

Oggi al cinema

Il Permesso 48 ore fuori Di Claudio Amendola Drammatico Italia, 2016 Tre uomini e una donna ottengono un permesso dal carcere, per passare due giorni in libertà... Guarda la scheda del film