Libri Magazine - Mercoledì 26 aprile 2017

Dopo i Bastardi, arrivano i Guardiani. Maurizio De Giovanni si dà alla fantascienza

di Patrizia Debicke van der Noot

Magazine - Si cambia marcia e Maurizio zac! Niente Ricciardi e il suo mortifero intuito, scordatevi Bastardi di Pizzo Falcone perché siamo al via di una nuova storia e soprattutto di una nuova serie tutta da assaporare.

Un regalo inaspettato? Esatto, perché non una favolosa passeggiata nel regno del mistery, anzi amici miei azzarderei perfino che andiamo a braccetto con la fantascienza. Questo è quello che ci regala Maurizio de Giovanni con I Guardiani (Rizzoli, 2017, 362 pagine, 19 Euro). E io, da vecchia appassionata di Urania, mi diverto da morire. Ma niente pianeti rossi, navicelle spaziali anche se, chissà, la narrazione mi ha riportato a tanti mitici ricordi quali: L’uomo del labirinto di Silveberg, Nascita di Super uomo di Sturgeon, Dune di Herbert.

Ma Maurizio De Giovanni per il suo fantastico viaggio nel tempo, non molla di un centimetro il suo palcoscenico napoletano, non cambia orizzonte, va a cercare e ci fa scoprire a bocca aperta i millenari, diversi e sconosciuti ai piùluoghi della sua città che risalgono agli albori dei tempi. Perché Napoli è una città speciale e diversa dalle altre. Perché cela sotto di sé una metropoli sotterranea, dove il buio domina sulla luce. Una metropoli  piena di cunicoli e grotte scavate nel tufo, con numerosissime testimonianze del susseguirsi dei culti, lontani tra loro nel tempo. La dea madre terra, Diana, Dioniso, Iside, Mithra, Cristo…

Un luogo di sacra energia. Il perfetto palcoscenico per una potenziale ancestrale realtà costruita da questo esoterico dark, archeologico mistery napoletano che si espande  fino a strisciare nelle gallerie più profonde, gridando, grugnendo, uccidendo e scatena angoscia e terrore. Un qualcosa di tentacolare che si mimetizza, pronto a scandire il futuro e che forse ritorna dalla notte dei tempi.                                            

Marco Di Giacomo l'aveva intuito quando era ancora un antropologo molto giovane, uno studioso entusiasta in caccia, quasi un’ossessione, di potenziali e invisibile legami tra luoghi e cose, ma l’incredulità e lo scherno dell’universo accademico sui suoi fantasmi l’hanno relegato ad appena quarant'anni, a reggere immusonito e scontroso una cattedra asfittica con, per unico appoggio e amico, il suo assistente Brazo Moscati. Entrambi giudicati fuori dal mondo per il volersi accanire nelle ricerche sui culti precristani.

La rottura con le polverose mura universitarie e l’uscita all’aperto dei due docenti, però sarà provocata dalla richiesta e dall’arrivo in Italia di Ingrid Schultz, una giornalista tedesca. Lei, a seguito delle vecchie pubblicazioni scientifiche di Di Giacomo, è a Napoli per visitare i luoghi degli antichi riti esoterici e pubblicare un reportage in materia. L’emerito rettore professor Boschetti ordina a  Di Giacomo di farle da guida e lui, costretto di malavoglia a dire Signorsì, chiede una mano a Lisi, sua nipote, ventitreenne e geniale ricercatrice, che purtroppo crede anche troppo ai “fantasmi” dello zio ed è coinvolta sul web con una sua squadra di coetanei in una stravagante inchiesta complottistica.

I quattro strampalati alleati si troveranno ben presto implicati direttamente in una misteriosa serie di fatti, segnali strani, e morti ammazzati che fanno sospettaredell’attuale esistenza di seguaci di questi antichi culti? E se ci fossero dei guardiani destinati a proteggere questi sacri luoghi? E se quanto cova al di sotto di Napoli invece di essere un pericoloso inferno di lava, fosse l’elemento essenziale, il cardine portante di nuove vitali e rigeneranti energie? Un’apertura, un canale di comunicazione tra mondi diversi? Tra il cielo e la terra?

Potrebbe essere in atto un superiore disegno destinato a coinvolgere l'intera umanità? Potrebbe essere una verità che forse avevamo davanti a noi da sempre e non abbiamo mai voluto vedere? 
Ma per sapere il finale della storia, destinata a diventare una fiction televisiva, si dovrà pazientare ancora. Eh sì, almeno fino al terzo libro, se ho capito bene.

Scopri cosa fare oggi a Magazine consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Magazine.

Oggi al cinema

Vi presento Toni Erdmann Di Maren Ade Commedia Germania, Austria, 2016 Il complicato ma tenero rapporto di una giovane donna manager, dedita solo al successo e alla carriera, con l'eccentrico padre, che fa di tutto per farle tornare il senso dell'umorismo e la leggerezza della vita. Quando Winfried irrompe nella vita tranquilla... Guarda la scheda del film