Libri Magazine - Martedì 24 ottobre 2006

Cerchi un editore? Buttati in rete

di Giorgio Boratto
Sempre più spesso conosco persone che hanno un libro nel cassetto, come un sogno. Quel sogno vorrebbero realizzarlo, ma incontrano ostacoli di ogni genere. Trovare un editore non è facile. Non tutti gli editori prendono in considerazione le opere di autori esordienti. Il rischio commerciale è elevato e si vuole evitare di vagliare troppi manoscritti. Così si aggiunge, a chi aspira di pubblicare un libro, oltre che la frustrazione, anche lo sconforto di non avere risposte dalle case editrici interpellate.
La motivazione intima per realizzare il libro non è mai quella di fare soldi, specie con quella prima pubblicazione; il vero scopo è quello di farsi conoscere, di comunicare, di far leggere le proprie storie: oggi con Internet e le nuove tecnologie c’è la possibilità di esaudire questi sogni.

La rete è il più grande strumento editoriale che esista: non c’è cosa migliore per rendere pubblico ed accessibile a tutti ogni nostro pensiero o opera letteraria. Con Internet la scrittura ha avuto un forte impulso: ognuno è diventato editore di se stesso, fornendo a tutti uno strumento incredibile per dare sfogo alle passioni più forti.
Con Internet esiste anche la possibilità di superare il passaggio del libro, e delle librerie, per raggiungere i lettori, semplicemente mettendo online l’opera scritta. I sono un esempio chiaro; si è arrivati a fare libri –libri veri- partendo da un blog. Oggi abbiamo alcuni bloggers che sono diventati autori di successo.
A tale proposito un sito web: - dalla rete alla carta e poi di nuovo alla rete ha predisposto un concorso: una grande e nuova possibilità per farsi conoscere. Tutto senza spese. Tutto senza diaframmi, intermediazioni; così semplicemente.

Per molti scrittori che poi ambiscono ad avere un giudizio critico sulla qualità dell’opera, si può aggiungere che questa strada è da consigliare. Internet è un'opportunità. In proposito segnalo agli amanti della scrittura alcuni siti web, dove si possono pubblicare gratuitamente i propri testi letterari:
www.ktvehi.com/default.asp
www.arpanet.org
www.cartaigienicaweb.it
www.storie.it/UntitledFrameset-3.htm
www.nonsoloparole.com
www.apostrofo.com/phpBB2/portal.php
www.homoscrivens.it/index.htm

Resta però inalterato, e sempre forte, il fascino dell’oggetto libro, della sua composizione: la copertina cartonata colorata, con l’emozione di vedere stampato sopra il proprio nome; l’odore particolare della carta e dell’inchiostro mischiati...insomma il libro come un feticcio. Un oggetto del desiderio.
Allora la carta o Internet? Possiamo rispondere sì ad entrambi: sì alla carta, al libro stampato; sì ad internet, alla diffusione on line. Per la scelta del libro stampato ci può ancora soccorrere internet con la formula book on demand, ovvero la stampa del libro su richiesta. Oggi è possibile pubblicare un libro anche con tirature bassissime (bastano 50 copie) e con costi molto contenuti. La tecnologia del digitale ha determinato l’abbattimento dei costi editoriali.
Rispetto al processo tipografico tradizionale, in offset, non vi sono costi relativi ai passaggi intermedi (impianti, pellicole, lastre, avviamento macchine) necessari alla trasformazione di un file in un libro.

Così si può avere un servizio di stampa digitale molto veloce ed economica. Ecco alcuni indirizzi web dove trovare questo sistema di pubblicazione su richiesta:
www.uni-service.it/home.php
www.eidon.info/stampa_book.html
www.lulu.com/it
www.kimerik.it/classifica.htm
www.club.it/autori/pubblicazione/indice-i.html
Il libro sognato è ora un libro ‘fai da te’. Come diventare autori con la A maiuscola, è tutto da vedere. Il successo è poi un’altra storia ancora.

Oggi al cinema

Io, Daniel Blake Di Ken Loach Drammatico Regno Unito, Francia, 2016 Per la prima volta nella sua vita, Daniel Blake, un falegname di New Castle di 59 anni, è costretto a chiedere un sussidio statale in seguito a una grave crisi cardiaca. Il suo medico gli ha proibito di lavorare, ma a causa di incredibili incongruenze... Guarda la scheda del film