Outdoor Genova - Venerdì 14 luglio 2017

Liguria dei red carpet: 50 km di tappeti rossi da Dolceacqua a Montemarcello

Red carpet da Rapallo a Portofino
© Luca Giarola / mentelocale.it

Genova - Prende il via venerdì 14 luglio La Liguria dei red carpet - emozioni da star, il progetto della Regione Liguria che stende un tappeto rosso sulle passeggiate più belle del territorio. 27 red carpet stesi in 32 comuni, per un totale di quasi 50 km di passerella, creando un vero e proprio fil rouge che attraversa la regione da ponente a levante.

Come spiega Gianni Berrino, assessore regionale al turismo, l’iniziativa riprende la formula già sperimentata con successo dal tratto da guinness dei primati del tappeto rosso tra Rapallo e Portofino, inaugurato lo scorso 29 aprile. «I red carpet accoglieranno come star i turisti che sceglieranno la Liguria come meta delle loro vacanze», afferma Berrino, «guidandoli anche attraverso le bellezze nascoste e meno conosciute del territorio». Il turista diventa protagonista in prima persona, dunque: attraversando i tappeti rossi farà da paparazzo alle bellezze della regione, contribuendo a pubblicizzarle anche con l’hashtag #lamialiguria.

Le diverse località hanno aderito in base a tre progetti: i cinque percorsi di fascino uniscono i territori dei comuni della riviera, e sono Levanto-Bonassola-Framura, Alassio-Laigueglia, Riva Ligure-Santo Stefano al Mare, Rapallo-Santa Margherita-Portofino e la passeggiata Anita Garibaldi di Genova Nervi. Il progetto passaborgo coinvolge otto comuni certificati bandiere arancioni o borghi più belli d’Italia: Ameglia-Montemarcello, Campoligure, Cervo, Dolceacqua, Finale Ligure-Finalborgo, Lerici, Toirano, Varese Ligure. Infine, il patto per il turismo, cui hanno aderito per promuovere i loro aspetti paesaggistici, culturali o gastronomici Andora, Cogoleto, Cosseria, Costarainera, Deiva Marina, Genova, Giustenice, Moneglia, Orero, Pieve di Teco, Portovenere, Recco, Tovo San Giacomo, Triora.

Per quanto riguarda Genova, la conformazione multicentrica della città ha spinto a puntare sui suoi estremi, come ha spiegato il neo eletto assessore al turismo Paola Bordilli: «A levante i percorsi dei tappeti rossi attraverseranno la passeggiata di Nervi, dal Porticciolo fino a Capolungo, mentre a ponente interesseranno Pegli, dall’approdo della nave bus al pontile Antonio Milani fino al parco più bello d’Italia: Villa Pallavicini».

«È il segno di un’inversione di tendenza rispetto al cliché della regione bella ma non altrettanto ospitale», commenta Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, per il quale i tappeti rossi sono uno «strumento di promozione turistica e marketing territoriale», e danno anche l’occasione di «superare le barriere amministrative, per sviluppare un’ottica turistica integrata e fare impresa con itinerari coerenti: alla fine di una meta turistica ne inizia subito un’altra».

Venerdì 14 luglio, in serata, l’inaugurazione del tappeto rosso di Cervo, con un concerto del violinista Uto Ughi. Altri eventi inaugurali si susseguiranno tra il 21 e il 25 luglio, proseguendo con una serie di appuntamenti dedicati alla promozione dei red carpet, come il progetto di una caccia al tesoro virtuale lungo il percorso dei tappeti rossi. 

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Hokusai dal British Museum Di Patricia Wheatley Documentario Regno Unito, Giappone, 2017 In occasione della mostra di Londra, sbarca nei cinema italiani il film evento che guida gli spettatori attraverso la vita e le opere del pittore che fece innamorare Monet, Van Gogh e Picasso, "Katsushika Hokusai". Per una visita esclusiva tra i luoghi... Guarda la scheda del film