Concerti Genova - Venerdì 17 marzo 2017

Artisti di strada: nuovo regolamento a Genova. I dubbi dei buskers

Il video è di Hira Grossi
© www.pexels.com

Artisti di strada: leggi il nuovo regolamento a Genova per i buskers.

Se vuoi dire la tua in merito al nuovo regolamento per gestire le attività degli artisti di strada, scrivi a redazione@mentelocale.it.

Genova - I buskers sono, per definizione dall’inglese all’italiano, artisti di strada che si esibiscono liberamente sul suolo pubblico in maniera gratuita o attraverso un’offerta libera. La nostra città, un po’ per la grande presenza di turisti, un po’ per la tradizionale scuola artistico-musicale genovese, spalanca le porte e le strade a musicisti improvvisati, spesso ottimi professionisti, che deliziano gli estemporanei fruitori.

Martedì 21 marzo verrà approvato in Consiglio Comunale il nuovo regolamento che prevede una sorta di lottizzazione delle aree di possibile interesse per i buskers, appunto. Non poche le polemiche e i dubbi che gli stessi artisti hanno espresso in una tavola rotonda, confrontandosi direttamente con gli Assessori di riferimento e con la Polizia Municipale. In particolare, è l’art. 8 a destare i maggiori interrogativi: si tratta di un articolo che prevede un’ipotetica prenotazione da parte di un artista in una zona o area ben definita.

L’articolo recita: «Le aree di particolare interesse soggette a sistema di prenotazione da parte degli artisti potranno essere individuate con provvedimento motivato da parte della Giunta Comunale. Tali aree saranno soggette a richiesta da parte degli artisti per il relativo utilizzo. Il sistema di gestione terrà conto, ai fini dell’assegnazione, della cronologia delle richieste pervenute, garantendo l’alternanza di attività sonore, teatrali ed espressive. L’artista o il gruppo sono tenuti ad avere con sé e a esibire su richiesta degli organi accertatori, durante tutto il periodo di esercizio dell’attività, il documento di conferma dell’assegnazione della postazione, anche in formato digitale. È facoltà dell’artista esporre, durante tutto il periodo di esercizio dell’attività, il documento di cui al comma precedente, così che gli organi accertatori possano riscontrare la legittimità della performance senza interromperla a meno che non sia strettamente indispensabile».

I dubbi sono molteplici: innanzitutto, l’impossibilità di un ulteriore meeting chiarificatore poiché i tempi sono ormai più che stretti, essendo il regolamento in via di approvazione martedì 21 marzo; i precedenti esempi di regolamentazioni similari sono risultati fallimentari in altre città, eccezione unica Milano che, però, prevede una tempistica di esibizione minima di 2 ore (e non una soltanto come a Genova), garantendo la possibilità di crearsi il pubblico in un lasso di tempo ragionevole, le due ore appunto. Inoltre, le tempistiche così ristrette prevedono la chiusura totale a eventuali artisti provenienti da altre città: il gioco-esibizione vale la candela-un’ora? E se piovesse? E se vi fossero altri impedimenti, quali, per esempio, una mancanza di voce? Un’influenza? Si andrebbe a perdere la giornata di lavoro? Soprattutto, su questa tematica, si chiedono garanzie.

Si chiede un chiarimento anche su un punto caldo: la gestione di tale sito. Chi si occuperebbe, in che maniera, come sarebbe la manutenzione (una prenotazione che va a influire sulla reale attività di un artista deve essere gestita senza intoppi e senza ritardi e su questo punto sono tutti decisamente timorosi in merito al reale funzionamento del sistema telematico). Senza considerare che, molti buskers, essendo in continuo spostamento per natura risultano essere privi dell’adeguata strumentazione: sembrerà fuori dal mondo, ma molti di loro sono ancora sprovvisti di tablet o smartphone e, di conseguenza, della rete.

Potrebbe interessarti anche: , Franco Micalizzi, il compositore a Genova Calibro 9 , Pfm al Carlo Felice, uno spettacolo di altissimo livello , Matt Elliot, Storione e Les Trois Tetons: tanta musica e stand up comedy al BLoser. Dal 15 al 17 novembre , Pfm in concerto a Genova con Emotional Tattos: «La musica è come un tatuaggio» , Dietro al tempo, il nuovo video di Edoardo Chiesa girato ad Albissola Marina

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La signora dello zoo di Varsavia Di Niki Caro Biografico, Drammatico, Guerra Republica Ceca, Regno Unito, U.S.A., 2017 Polonia 1939. La brutale invasione nazista porta morte e devastazione in tutto il paese e la città di Varsavia viene ripetutamente bombardata. Antonina e suo marito il dottor Jan Zabinski, custode dello zoo della città, sono una coppia molto... Guarda la scheda del film