Viaggi Genova - Venerdì 9 dicembre 2016

Miniera di Gambatesa, la riapertura è realtà. Info e biglietti

di Francesca Ghio
Miniera di Gambatesa
© Francesca Ghio

Genova - Con l'inaugurazione di venerdì 9 dicembre, riapre ufficialmente la Miniera di Gambatesa del Parco dell'Aveto nel Comune di Ne, in Val Graveglia, entroterra di Chiavari e Lavagna. Dopo quasi 5 anni di chiusura è ora nuovamente possibile percorrere i 1600 metri di itinerario che si sviluppano all’interno del sito minerario da cui già nel 1876 si estraeva il manganese. Un sito storico che arricchisce la cultura e l'identità di questa valle e dimostra una volta di più che la Liguria non è solo mare.

La Miniera di Gambatesa è stata una delle più grandi d’Europa dal punto di vista occupazionale, facendo registrare fino a 200 minatori a metà del 1900. Visitarla significa osservare dall'interno la storia del nostro pianeta e della sua formazione. Un viaggio suggestivo nella montagna, con elmetto in testa, a bordo di un antico trenino restaurato, tra le rocce vive di manganesio e e i vecchi binari arrugginiti.

Un'attività iniziata nel 1876 riprende vita e permette l'esplorazione di cunicoli e tunnel sotterranei scavati nel tempo. Sono sette i livelli principali della miniera, che prendono il nome dalla quota di altitudine rispetto al livello del mare: 508, 530, 550, 570, 595, 615 e 645. La miniera conta inoltre un reticolo di gallerie di quasi 25 chilometri tra loro comunicanti per mezzo di rimonte e discenderie, pozzi e fornelli.

Le operazioni minerarie attive fin dalla fine del 1800 si sono fuse con il territorio naturale circostante lentamente e con rispetto, dando quasi l'impressione di esistere da sempre nell'ambiente. Ed è questo l'augurio che tutti si propongono: continuare quest'attività rispettando la natura, in fondo se tutto ciò è possibile è solo grazie a lei. Con questo obiettivo si porterà la miniera in tutte le scuole primarie organizzando gite e permettendo ai bambini di toccare con mano questa parte di storia, un'operazione di edutainment che unirà l'attività ludica a quella didattica.

Questo luogo non rappresenta soltanto un orgoglio locale, ma nazionale, e si colloca tra i primi posti delle mete proposte dalla Regione al pari delle Cinque Terre e dell'Acquario di Genova: prima della chiusura della miniera e del museo minerario collocato al suo interno (ora gestito dalla società Ski-Mine Srls), il sito portava dai 15.000 ai 20.000 visitatori all'anno, numeri importanti per questa zona dell'entroterra e per il turismo ligure.

La riapertura della miniera rappresenta anche un'occasione per promuovere il potenziale dell'entroterra di Levante, con agriturismi locali, ristoranti caratteristici e prodotti tipici: si potrebbe aprire insomma un vero e proprio palcoscenico che valorizzi la biodiversità del territorio.

I biglietti per visitare la miniera costano 11 euro (ridotti 8 euro; 10 euro per over 65 e disabili); per info e prenotazioni chiamare i numeri 0185 338876, 347 8163286 o 388-3084752, scrivere una email a info@minieradigambatesa.com e consultare il sito ufficiale della Miniera di Gambatesa.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Sicilian Ghost Story Di Fabio Grassadonia, Antonio Piazza Drammatico Italia, 2017 In un piccolo paese siciliano ai margini di un bosco, Giuseppe, un ragazzino di tredici anni, scompare. Luna, una compagna di classe innamorata di lui, non si rassegna alla sua misteriosa sparizione. Si ribella al clima di omertà e complicità... Guarda la scheda del film