Food Genova - Giovedì 15 settembre 2016

Max Mariola: lo chef racconta la cucina e il gusto della Liguria

Max Mariola
© Facebook.com/MaxMariolaChef/photos

Genova - «La Liguria non è una terra semplice: sono stato nel Ponente quest’estate da una signora anziana, che mi ha insegnato molte cose che non sapevo sull’orto ligure. Un’esperienza da super chef». Così Max Mariola, volto storico di Gambero Rosso tv e chef rinomatissimo nel Bel Paese, racconta la Liguria in poche parole.

Un’occasione per incontrare un personaggio che sa tanto di cucina quanto di tv: un sabato mattina sul finire dell’estate, Max approda in lido genovese per registrare una puntata della sua nuova trasmissione sul canale enogastronomico per eccellenza. Ospitato da Strakkino, focacceria del centro città premiata come Best Street Food 2016 in Liguria, lo chef Mariola sfida lo chef locale a colpi di focaccia al formaggio. Chi vincerà ancora non si sa.

Certo è che fare due chiacchiere con un personaggio di tale calibro lascia sempre a un bivio: sarà disponibile e diretto, come il sito internet a lui dedicato narra, o si tratterà del solito spocchioso super decorato che poco ha a che fare con l’immagine che fornisce di sé? Invece Max è come si autodefinisce nel suo sito: un italiano che sa cucinare ed è ben conscio della potenzialità (neanche troppo nascosta) presente in ogni madre e nonna nazionalpopolare, per cui il suo scopo è quello di riuscire a portare a casa il risultato sempre.

Ovviamente con studio e dedizione, senza mai improvvisarsi, unendo la sana tradizione stagionale e contadina alla raffinatezza del contemporaneo è un po’ il payoff di questo simpaticissimo chef. Come dire: se hai la dispensa semi vuota (perché non esiste che un connazionale possa definire le sue scorte al pari del deserto dei Tartari, qualche bene di prima necessità è sempre ben celato nell’omrba degli sgabuzzini da qualche suddetta madre o nonna in ansia da prestazione) e un amico a cena non preventivato, come te la cavi?

Ecco un vademecum vivente di questa filosofia. Semplice, diretto, immediato, con una risata pronta a esplodere in 3,2,1. Noto, infine, che da chef che non si perde in chiacchiere è molto, molto in forma, come ormai (Cannavacciuolo conferma svariate regole, nda) l’imposizione di immagine e tv, da Cracco in poi, sanciscono: ma non si deve diffidare di un cuoco magro, così come narra il saggio? «Io infatti non sono mica magro, sono in forma!». Ipse dixit, lasciamo alla focaccia l’ultima parola.

Potrebbe interessarti anche: , 5 piatti tipici genovesi da mangiare a Natale , Verde Sfuso, la Biodrogheria nel centro di Genova. Per Natale regali utili e originali per tutte le tasche , Mercato Orientale: il nuovo food market nell'estate 2018, tra ristoranti e cibo di strada , Trattorie a Genova: dove mangiare nel centro storico, tra ravioli, pesto e frittura , Il Cibo Sano: a Sanremo la fiera dedicata agli alimenti di qualità. Dall'8 al 10 dicembre al Palafiori

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Super vacanze di Natale Di Paolo Ruffini Commedia 2017 Guarda la scheda del film