Food Genova Domenica 2 ottobre 2016

Andare per funghi: dove cercarli nei dintorni di Genova

Funghi
© shutterstock

Genova - Una camicia che sa di bosco, mani calde di castagne sul fuoco e passi freschi e celesti come il cielo di settembre. Cercare funghi per molti non è solo un hobby, ma un rito che racchiude intimità di famiglia, quelle spore di vita che ti aiutano a stare in piedi quando il vento si fa troppo intenso.

Avvolti da quel tepore disegnato nei colori che chiamano l'autunno, a volte basta poco per trovarsi in una dimensione che ci immerge profondamente in noi stessi. Osservare la natura aiuta a ritrovare un tempo lento che non sentiamo più. La nascita e la crescita dei funghi hanno bisogno di attesa, di condizioni favorevoli: le prime pioggie che traghettano verso la fine dell'estate e un clima caldo umido a seguire sono indispensabili per far sì che porcini & C. possano spuntare, come d'incanto, dal terreno.

Un cestino o una rete, per lasciare che le spore dei miceti raccolti tornino nuovamente a prendere vita nel terreno (buona pratica è anche pulire dalla terra il gambo del fungo), un abbigliamento adeguato e la voglia di accendere il contatto essere umano-natura sono gli ingredienti che chi ama il mondo di ovuli e galletti conosce bene.

Per gli appassionati o per chi si vuole concedersi una giornata nel verde, ecco qualche spunto per saper dove cercare funghi nei dintorni di Genova.

Non molto distante dal centro della città, l'Alta Val Bisagno può trasformarsi in una meta ideale per chi vuole andar per funghi. Fontanegli, per esempio, o la frazione di Traso, nel comune di Bargagli, sono punti di partenza per i cercatori.

Comunque, usciti dall'abitato di Genova e arrivati in frazione Trapena, sempre nel comune di Bargagli, lungo la statale 45 in direzione Scoffera (comune di Torriglia), troverete diverse occasioni per lasciare l'auto e accedere ai boschi.

Rimanendo in zona, per chi ama camminare, ecco un'altra idea. Sempre prendendo la statale 45 che porta verso Piacenza, superato Ponte Trebbia, arriverete in località Costamaglio (comune di Torriglia). Da lì si diparte l'Anello di Barbagelata e Cardenosa, un percorso che tiene per mano la Val d'Aveto e la Val Trebbia.

Altro spunto, invece, a non molta distanza dal centro di Genova, è la frazione di Casanova nel comune di Sant'Olcese. Chi sceglie questo punto di partenza per la sua giornata alla ricerca di funghi, può lasciare l'auto prima di arrivare in Camporsella.

Conoscete Creto, frazione del comune di Montoggio? Da lì si può partire per un'escursione sul monte Alpesisa, ma non solo. Prima di arrivare in località Acquafredda, troverete uno spiazzo sulla destra. A piedi, si scende per circa 100 metri e, dopo aver attraversato il torrente, si sale sull'altro versante dove si possono trovare boschi di castagni, habitat particolarmente indicati, insieme alle faggete, per accogliere i funghi.

Un'ottima vegetazione per chi sogna di trovare funghi la si trova anche in Valle Stura, nei boschi che accarezzano i comuni di Masone, Campo Ligure e Rossiglione, dove la SP 456 segna la via verso il basso Piemonte.

Ma la Liguria, data la sua natura collinare dove non mancano boschi di castagni e di faggi, si dona a chi vuole trascorrere una giornata tra miceti e natura. A questo proposito è bene ricordare che la raccolta, ma anche la commercializzazione dei funghi, è disciplinata da normative che vanno dal macro al micro: dalle leggi nazionali fino a quelle regionali e ai regolamenti locali. Prima di intraprendere la vostra giornata da cercatori di funghi ricordate, dunque, sempre di controllare la normativa vigente nel luogo che avete scelto come meta della vostra escursione e di verificare se si necessità o meno del tesserino di autorizzazione.

Ricordate, poi, prima di portare in tavola e cucinare i vostri funghi, che è sempre bene far controllare dagli enti preposti, come la Asl, che i funghi siano commestibili. È meglio non rischiare che il pregustato piatto possa trasmutarsi in un ricordo spiacevole.

Liberi quindi di cercare i vostri posti segreti, quelli con cui impastare i ricordi per chi verrà con voi e dopo di voi. Un profumo che si vede nell'aria, un gusto che si percepisce arrivare: la vostra ricetta a base di funghi aspetta di essere completata o di essere scritta da capo.

Potrebbe interessarti anche: , Festa della Focaccia di Recco 2018: focaccia gratis, programma ed eventi , Genova, all'Arena Albaro Village apre Muscoli: cucina genovese in piatti stellati , Sushi a Genova: apre il ristorante Zushi, con servizio a domicilio e d'asporto , Sciò Polpetta: alla scoperta di pesto e polpette. La ricetta studiata per i Rolli Days , Oktoberfest 2018 a Genova: crea il logo ufficiale. Come partecipare

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Montparnasse Femminile Singolare Di Léonor Séraille Commedia 2018 Un gatto sotto braccio, una serie di porte sbattute in faccia, neanche il becco di un quattrino in tasca: ecco Paula, di ritorno a Parigi dopo una lunga assenza. Incuriosita dalle tante persone che incontra, ha una sola certezza: ricominciare daccapo,... Guarda la scheda del film