Teatro Genova - Venerdì 10 giugno 2016

Politeama Genovese: stagione 2016-2017 a tutto musical

Gli interpreti di Jersey Boys del Teatro Nuovo

Acquista i biglietti per gli spettacoli del Politeama Genovese su happyticket. Puoi farlo comodamente online, ovunque tu sia

Genova - Il Politeama Genovese annuncia oggi, venerdì 10 giugno 2016, la sua ventitreesima stagione ma soprattutto, notizia dell'ultima ora, l'accordo con un grosso sponsor che, come afferma Savina Scerni, proprietaria e presidente del teatro, «assicura una certa tranquillità per i prossimi tre anni e ci darà sostegno anche per altre iniziative, si tratta di Lavazza».

Si parla già dei 41 titoli in abbonamento (senza contare gli altri) e del nuovo cartellone, quando ancora la ventiduesima stagione non è in realtà del tutto conclusa: «Sembra appena finita una stagione entusiasmante - prosegue Scerni - quando in verità abbiamo ancora Maurizio Crozza con le sue meraviglie il 16 giugno (al 105 Stadium) e, in collaborazione con il Carlo Felice, Roberto Bolle & friends il 15 e 16 luglio che devono ancora andare in scena. Eppure c'è da dire che la stagione in chiusura è stata molto soddisfacente».

Sui numeri e il dettaglio del cartellone in dirittura d'arrivo, fa un bilancio Danilo Staiti, direttore artistico: «Questa è una stagione molto felice, direi, speciale. Abbiamo aumentato il numero delle repliche in maniera significativa passando dalle 123 dell'anno precedente alle 168 di quest'anno, un po' per strategie nostre interne un po' pungolati dalla nuova legge ministeriale sui minimi recitativi. Quindi con 45 repliche in più rispetto al 2014-15, abbiamo registrato un aumento importante delle presenze +17.363, siamo infatti passati dalle 79.741 alle 97.103 di quest'anno. Per altro noi siamo tra i 10 organismi di programmazione riconosciuti dal Mibact (D.D. 22 luglio 2015, FUS Teatro - articolo 17): di cui sette sono a Roma, due a Milano e il Politeama a Genova, che hanno ottenuto un contributo ministeriale con il nuovo FUS, il che è stato per noi un significativo riconoscimento».

Ancora sul fronte delle buone notizie, che fanno notizia perché incidono con evidenzia sul cartellone 2016-2017, Scerni aggiunge: «i produttori hanno acconsentito a riportare alcuni spettacoli, per esempio Virginia Raffaele, che aveva fatto il tutto esaurito e dunque lasciato molti tra il nostro pubblico fuori. Noi ci eravamo presi l'impegno con quanti non erano riusciti a vedere lo spettacolo e siamo contenti che, in una collaborazione ormai pluriennale, i produttori ci abbiamo dato fiducia. Un bel segno». Novità tra le novità: il nuovo sito in una versione ottimizzata per mobile devices.

Il cartellone 2016-2017 consolida «uno dei generi - continua Staiti - che in questi anni abbiamo frequentato maggiormente: i musical, che saranno ben 7 prestigiose produzioni, tra i titoli più importanti in tournée nella prossima stagione». Il primo è Evita (29 novembre- 4 dicembre). «Un caso raro, in cui un grande nome della musica leggera si presta a interpretare un personaggio in un musical. Il regista Massimo Romeo Piparo (direttore del Teatro Sistina di Roma) è riuscito a convincerla e sta lavorando perché la produzione sia in grado di competere con le migliori a livello internazionale, e avrà infatti l'orchestra dal vivo e nella sua tournée toccherà Milano Roma Firenze e Genova. Sempre con Piparo, arriveranno altri due musical che tornano a grande richiesta: Jesus Christ Super Star (10-11 marzo) e Billy Elliot (21-23 marzo). Dal Teatro Nuovo una produzione che nulla ha da invidiare alle produzioni inglesi o di Broadway con interpreti fantastici: Jersey Boys (19-22 gennaio). Devo dire che finalmente anche in Italia oggi esistono interpreti capaci di cantare ballare e recitare con grande abilità e in Jersey Boys questa nuova realtà è molto evidente. Sempre dal Nuovo, un titolo che non ha bisogno di commenti: La Febbre del Sabato Sera (28 febbraio - 5 marzo). E Peter Pan (2-5 febbraio) in una nuova versione riveduta».

Altro filone forte la commedia musicale: in cartellone, per esempio, Vacanze romane, di Garinei e Giovannini, con Serena Autieri e Paolo Conticini (18-20 novembre). «Un'altra anima della stagione è il teatro di prosa, la commedia e qui ci sono spettacoli di qualità e qualche chicca. Per la prima volta sul palco Stefania e Amanda Sandrelli (7-8 marzo), il ritorno sul palcoscenico di Silvio Orlando con uno spettacolo di 20 anni fa, La scuola di Domenico Starnone (6-8 aprile). Quindi Nancy Brilli continua idealmente quell'approccio al classico che abbiamo perseguito in questi anni grazie a Valerio Binasco: lei porterà una versione riveduta e corretta, ma molto rispettosa dell'originale, de La bisbetica domata di Shakespeare (12-14 gennaio). E poi una curiosità: il debutto in palcoscenico di Raoul Bova (30 marzo-1 aprile). Inoltre ovviamente molti altri titoli».

Sull'altra anima forte, quella dedicata al teatro comico: il ritorno di Virginia Raffaele (8-10 dicembre), quello di Bergonzoni (26 novembre), e «una nostra produzione: Puntata Zero, con i migliori comici della nostra città: Alessandro Bianchi, Pippo Lamberti, Maurizio Lastrico, Antonio Ornano, Enzo Paci, Michelangelo Pulci (26-28 febbraio). Un esperimento comico-teatrale che vedrà i sei comici lavorare insieme non solo dal punto di vista cabaratteristico ma sarà un lavoro più propriamente teatrale».

10 appuntamenti con la danza, di cui 2 spettacoli internazionali, con il ritorno di David Parsons e il suo gruppo con un nuovissimo spettacolo (22 febbraio). «Quindi compagnie di danza italiana, tra quelle che rappresentano l'eccellenza nel paese, 6 delle quali sono riconosciute tra le prime compagnie di danza dal ministero. Titoli importanti e molti classici rivisitati da danzatori contemporanei come piace a noi che non amiamo il teatro polveroso».

Qualche fuori programma o, come le definisce Staiti, «chicche che impreziosiscono il cartellone. Il ritorno di Vittorio Sgarbi con il suo Caravaggio (16 novembre), che l'anno scorso ha lasciato molti fuori dal teatro; Rocco Pappaleo (17-18 febbraio), Corrado Augias (25 novembre) da un testo tutto suo, sulle ultime ore di Gesù, dall'ultimo libro; Michele Riondino, per noi tutti ormai il giovane Montalbano, in scena con Angelicamente Anarchici un testo dall'ultimo libro di Don Gallo sul suo vangelo secondo De Andrè. Poi un episodio particolare, forse la scommessa più complessa, uno spettacolo dedicato al tema della migrazione: Human (27-29 novembre), di e con Lella Costa e Marco Baliani, sul tema urgente della migrazione, seppur leggermente dissonante rispetto alla nostra cifra, ci pare un'ottima dimostrazione di come il teatro sia necessario e sappia parlare delle nostre vite, di cose tragiche, ma saprà porci anche dubbi e domande su temi importanti».

Tra i ritorni anche Ranieri anche il suo spettacolo un sold out della stagione in conclusione: «una bella persona che ci fa pensare e ci mette di buon umore», commenta Scerni. Ma anche la Baistrocchi, e la TKC di Chiesa e D'Urso che come l'anno scorso propone un festival in apertura di stagione, fuori abbonamento: Festival 2. Non ci resta che ridere. «Con loro - riprende Staiti - abbiamo raggiunto un numero di presenze straordinario per un gruppo di ragazzi sconosciuti in un teatro così grande come il nostro, quindi ripetiamo volentieri l'esperimento». Sarà di nuovo in programma anche il progetto con Sergio Maifredi e il Teatro Pubblico Ligure, rassegna che quest'anno darà voce all'Iliade, ma che al momento è ancora in fase di definizione.

La stagione si sbilancia dunque molto nella programmazione sui musical, mentre per il resto sembra aver adottato una politica direttamente misurata sul proprio pubblico, di cui asseconda le richieste riproponendo molti dei titoli dello scorso anno. Altra conferma per gli affezionati: prezzi invariati per l'abbonamento, mentre Staiti segnala che alcuni dei biglietti singoli legati a certe tipologie di produzioni più prestigiose potrebbero risultare molto cari. Il consiglio? Ovviamente abbonarsi perché «uno spettacolo come Evita - conclude Staiti - si può vedere di martedì sera a soli 20 Euro contro i 50 Euro del biglietto singolo, quindi meno della metà. Torna anche l'abbonamento per assaggiare nostro cartellone, con 4 spettacoli per chi è sotto i 25 anni e magari non è mai andato a teatro, e provi a rompere il ghiaccio senza sentire troppi vincoli. E magari ritorni».

Chiude l'assessora regionale con delega alla cultura, alla scuola e al turismo, Ilaria Cavo che dopo aver sottolineato l'assenza di vincoli finanziari tra la regione (che non ha vincoli verso l'ente privato) e il teatro Politeama (che non risponde a bandi per finanziamenti regionali), ragiona di possibili collaborazioni e di comunità d'intenti: «proprio ieri abbiamo presentato un bellissimo progetto: l'insegnamento dei cantautori genovesi nelle scuole (6 per ora gli istituti che aderiscono al progetto pilota). Il Politeama ci è venuto incontro perché a fine corso i sei ragazzi premiati avranno in regalo l'abbonamento per la prossima stagione. Un'iniziativa che a caduta coincide anche con il tentativo di allargare sempre più l'azione di sensibilizzazione verso il teatro. Tante le linee comuni e strategiche che ci uniscono: cito De Andrè ma anche Maurizio Lastrico. E mi auguro che saranno sempre di più le cose da fare insieme».

Potrebbe interessarti anche: , Shakespeare in town: il Bardo letto, commentato, giocato, narrato. A Savona dall'11 al 17 , Circumnavigando 2017: aprono i francesi Cie Barks con il loro spassoso mondo acrobatico capovolto , Capodanno 2018 a Genova con Circumnavigando, torna il Festival di circo e teatro , Valerio Malorni al BLoser nella stagione di Cristina Cavalli , Il Rigoletto al Carlo Felice: tradizione e modernità con la regia di Rolando Panerai

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Loveless Di Andrey Zvyagintsev Drammatico Francia, Russia, Belgio , Germania, 2017 Zhenya e Boris stanno per separarsi. Non si tratta però di una separazione pacifica, carica com'è di rancori, risentimenti e recriminazioni. Entrambi hanno già un nuovo partner e sono impazienti di voltare pagina, di iniziare una... Guarda la scheda del film