Attualità Genova - Domenica 1 marzo 2015

La rivista Marea compie vent'anni: si festeggia

di C.S.
La rivista Marea
© mareaonline.it

Genova - La rivista Marea compie 20 anni. Nata nel 1994 come trimestrale con una redazione genovese, senza remore nel dichiararsi apertamente femminista, nel tempo si è trasformata con lo sviluppo delle tecnologie informatiche, seguendo il corso della storia delle donne nel nostro paese e nel mondo.

Una rivista per dire lo stare al mondo delle donne, scegliendo per ogni numero una parola chiave sulla quale impostare un percorso tematico di riflessione, ma con una rubrica dedicata a firma di autori maschi, che ha previlegiato la forma saggistica, dedicando però per 9 anni l’ultimo numero a un concorso letterario e, dal 2009, a un'agenda da usare tutto l’anno.

Marea ha promosso e organizzato iniziative ed eventi che hanno portato a Genova donne e uomini di cultura, scrittrici, scienziate, attiviste nei movimenti ecologisti, anti - liberisti, anti - fondamentalisti, per la laicità e i diritti delle donne nel mondo; nel 2001 ha organizzato il primo evento femminista sulla globalizzazione, PuntoG-Genova, genere, globalizzazione, a cui è seguito il decennale. In questi anni sono state coinvolte reti nazionali e internazionali quali le Donne in nero, la Marcia mondiale delle donne, One law for all, Secularism is a women issue, Women living under muslim laws.

Marea ha vissuto 20 anni nei quali ha provato a cogliere ciò che era nell'aria, muoveva le coscienze e le menti in sintonia e/o in contrasto con le trasformazioni sociali e politiche che ci hanno attraversate.

La rivista celebra questo compleanno con una mostra di 10 giorni a Genova, Palazzo Ducale, dal 18 al 28 marzo: saranno esposti i numeri della rivista, i prodotti editoriali, audio e video pubblicati, i manifesti e locandine a testimoniare le iniziative promosse e alle quali Marea ha partecipato, la radio web con le interviste e le registrazioni degli eventi più significativi, oltre all’attività di formazione seminariale effettuata ad Altradimora, il centro di formazione e di incontri attivo dal 2008.

Ecco il programma degli eventi, fra incontri, tavole rotonde, spettacoli, letture, proiezioni.

Mercoledì 18 marzo, ore 16.45, a Palazzo Ducale (Sala della società di letture e conversazioni scientifiche), l'inaugurazione della mostra. Alle 17.30 sarà presente Soraya Post, la prima eurodeputata eletta al Parlamento europeo del Partito Femminista svedese: un'esperienza politica fin qui impossibile in Italia, a parte rarissime eccezioni locali. Insieme all'eurodeputata, nell’incontro pubblico dal titolo Cambiare il mondo senza prendere il potere, ci sarà Lorella Zanardo, uno sguardo acuto e aperto sulle relazioni di genere e di dominio nella società. Soraya Post e Lorella Zanardo saranno intervistate da Monica Lanfranco, direttora di Marea.

Giovedì 19 marzo a Palazzo Ducale (Sala della società di letture e conversazioni scientifiche), alle 17.30, sarà la volta di un’intervista pubblica con domande rivolte da donne e uomini di ogni età alla veterana del femminismo italiano, Lidia Menapace, dal titolo l’Italia non è un paese per donne?

Venerdì 20 marzo, a Palazzo Ducale (Sala Liguria), ore 21, la compagnia teatrale Interezza (che a Genova nel 2004 mise in scena Lisistrata in occasione della mostra della piccola editoria e delle autoproduzioni) proporrà la pièce Donne che corrono senza lupi.

Sabato 21 marzo, a Palazzo Ducale (Sala della società di letture e conversazioni scientifiche), l'associazione internazionale Hollaback, che fa attività di contrasto alle molestie sessuali in strada, terrà un seminario, dalle 14.30 alle 16.30. Si chiamano street harassement, ma noi italiane non abbiamo una traduzione specifica per questo tipo di sessismo: holla back significa rispondere per le rime, un incitamento a non subire in silenzio i molestatori che incontriamo per strada e nei luoghi pubblici. L’incontro è co-promosso con l'associazione Arci Gay Ostilia Mulas.

Lunedì 23 marzo a Palazzo Ducale (Sala del camino, primo piano), sarà la volta di Maria Beatrice Alonzi e Giorgia Mazzuccato, autrici/attrici della web serie Sesso e calcio, divertente e spiazzante critica ai luoghi comuni nelle sport più amato in Italia, il calcio, considerata attività maschile per eccellenza. Dalle 17, tavola rotonda con sportive e sportivi del mondo del calcio e del rugby per parlare di stereotipi sessisti.

Mercoledì 25 e giovedì 26 marzo, a Palazzo Ducale (Spazio aperto, Cortile maggiore), Femminista a chi?, letture con musica da Marea e dai classici del femminismo, con video e musica.

L’ultimo giorno, sabato 28 marzo, dalle 15 alle 18.30, a Palazzo Ducale (Sala Liguria, primo piano), sarà la volta di Freedom, equality, secularism, seminario pubblico al quale interverranno attiviste internazionali che da anni mettono in guardia l'Europa sul rischio del fondamentalismo religioso. Partecipano Maryam Namazie (iraniana fondatrice di One law for all), Inna Shevchenco (ucraina leader di Femen), Nadia Al Fani (regista tunisina) Marieme Helie Lucas (sociologa algerina fondatrice della rete Wluml), attiviste che con pratiche differenti tra loro hanno posto la questione dei diritti delle donne come diritti universali fondamentali.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

USS Indianapolis Di Mario Van Peebles Azione, Drammatico, Thriller, Guerra U.S.A., 2017 Durante la Seconda Guerra Mondiale la USS Indianapolis si distingue come uno degli incrociatori più veloci e temuti della marina americana e sotto il comando del valoroso capitano Charles McVay il suo equipaggio combatte con coraggio le più... Guarda la scheda del film