Le meraviglie del mondo: tre incontri alla scoperta del duca di Savoia

Torino

Prefettura di Torino, Sala Specchi

 / 

Descrizione

L’affascinante storia dell’ambizioso e colto duca di Savoia Carlo Emanuele I e delle sue straordinarie collezioni, è al centro di una serie di incontri curati dai Musei Reali di Torino intorno al grande interesse di pubblico e di addetti ai lavori per la mostra Le meraviglie del mondo esposta fino al 2 aprile presso la Galleria Sabauda e la Biblioteca Reale.

Il primo appuntamento è previsto martedì 28 febbraio, alle 17 (Sala Specchi della Prefettura di Torino, ingresso in piazza Castello 191) con Le feste, la musica e gli apparati effimeri ai tempi del Duca raccontate da Franca Varallo e Giorgia Corso.

Gli appuntamenti successivi si svolgono sempre presso la Sala Specchi della Prefettura di Torino:

  • martedì 7 marzo, ore 17
    Pesci, uccelli, fiori: le collezioni naturalistiche
    intervengono Giovanni Saccani e Pietro Passerin d'Entrèves
  • martedì 14 marzo, ore 17 
    Il fascino dell'antico
    intervengono Gabriella Pantò e Anna Maria Riccomini
  • martedì 21 marzo, ore 17
    Tra Genova e Torino. Orazio Gentileschi e la fortuna del caravaggismo
    intervengono Annamaria Bava e Luca Leoncini

La mostra Le meraviglie del mondo. Le collezioni di Carlo Emanuele I presenta al pubblico uno straordinario momento del collezionismo sabaudo: quando, tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Seicento, con il duca Carlo Emanuele I si forma il primo ricchissimo nucleo delle raccolte di pittura, scultura e oggetti preziosi che da subito godettero di grande fama internazionale. In mostra sono esposte 250 opere alle quali si aggiungono 80 album di acquerelli e numerosi prestiti internazionali: per la prima volta la magnifica collezione di Carlo Emanuele I viene riunita in un'unica esposizione, come forse non accadeva dai tempi del duca.

La mostra è organizzata dai Musei Reali di Torino, con il sostegno della Compagnia di San Paolo e dellaConsulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino.

 

Approfondimenti Dalla redazione di mentelocale.it