Letteralmente Festival 2017: Informazione è democrazia

Milano

 / 

Descrizione

Quarta edizione di Letteralmente Festival, dedicata quest'anno al tema Informazione É Democrazia. Il Festival, aperto a tutti e dedicato ai Valori della Cultura Civile, si svolge in diversi luoghi della cultura milanese quali il Piccolo Teatro, il Teatro Litta, il Teatro Franco Parenti, lo spazio Mondadori in piazza Duomo, la Libreria Rizzoli in Galleria Vittorio Emanuele, la libreria Verso, lo Spazio Branca, l'Istituto dei Ciechi, il Liceo Einstein e altri spazi della cultura in città.

Per questa IV edizione sono previsti incontri dedicati all'Informazione e alla democrazia nel campo dell'attualità (Mediterraneo e Medio Oriente) della Scienza (Abitare il pianeta), della Letteratura (Nuove forme di Informazione diffusa), della Filosofia (Il sistema-paese) e altro ancora come due percorsi di Dialogo al Buio presso l'Istituto dei Ciechi dedicati al Teatro e alla Poesia e due concerti dal vivo al Teatro Franco Parenti e allo spazio Branca.

Programma e ospiti:

Mercoledì 15 marzo, ore 18.30 (Istituto dei Ciechi, via Vivaio 7). Saluto di benvenuto di Rodolfo Masto, Commissario Istituto dei Ciechi di Milano. Introduzione di Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano. Consegna del Premio Pier Mario Vello alla Cultura civile, edizione 2017. Confronto su Informazione É democrazia. Con Francesco Cevasco, Corriere della Sera, Marco Sodano direttore La Stampa.it, Antonio Rizzolo, direttore di Famiglia Cristiana, Michele Migone, direttore di Radio Popolare.

Giovedì 16 marzo, ore 18 (Piccolo Teatro, Chiostro Nina Vinchi, via Rovello 2): In-forma di Poesia, con Nicola Crocetti e Mariangela Gualtieri. Domenico Cicchetti legge dal libro Oggi si viaggia a parole di Stefano Casacca.

Venerdì 17 marzo, ore 18.30 (Teatro Litta, corso Magenta 24): La democrazia delle parole con Antonio Ferrari, Isabella Maria. Un modo di attraversare il mondo toccando idee, popoli e culture diverse. Esperienze di scrittura da cui nasce un'Informazione che vuole la partecipazione diretta ai fatti di ogni giorno, siano questi facili o duri a viversi, in nome di una libera e dignitosa passione: il confronto delle idee in Democrazia.

Lunedì 20 marzo, ore 18.30 (Spazio Megastore Mondadori, Piazza Duomo 1): La democrazia nel nuovo mondo con Lia Quartapelle, Costantino della Gherardesca, Alberto Martinelli, Viviana Mazza. Incontro sulla crisi della politica e sulla nascita di nuovi strumenti di comunicazione che vanno modificando ogni giorno di più i nostri punti di riferimento verso l'informazione. Un modo per capire quando ancora valgono gli strumenti di rappresentanza del nostro Paese e l'evoluzione della rete, il cambiamento delle politiche tradizionali, i modelli di riferimento culturali e civili. Un confronto sulle ali della più fresca attualità in cui non solo il nostro Paese è chiamato a rispondere, ma l'Europa intera che si affaccia verso un nuovo mondo con alcuni punti ancora da chiarire.

Lunedì 20 marzo, ore 21 (Libreria Mondadori, via Marghera 28): Stefano Agosti: mordu, il morso della poesia, Docufilm (28') di Aimara Garlaschelli (Saranno presenti gli autori). Il linguista e critico letterario italiano Stefano Agosti noto per i due volumi Il testo poetico: teoria e pratiche d’analisi e Il romanzo francese dell'Ottocento. Lingua forme genealogia racconta in questo documentario la sua esperienza di appassionato lettore di poesia; recita a memoria versi di Bonnefoy, Dante, Sereni, Ungaretti, Montale, Pasolini e ci guida nell’ascolto e nel significato profondo delle parole. Un contributo e un documento, in prima proiezione assoluta, per rendere omaggio alla giornata mondiale della poesia (21 marzo).

Martedì 21 marzo, ore 15 (Liceo Einstein, via Alberto Einstein 3): Techno e società: visioni dal futuro con Ingrid Paoletti, Francesco Strassoldo, Manuela Teresa Raimondi, Francesco Ferrari, Luisella Seveso.

Martedì 21 marzo, ore 18.30 (Teatro Franco Parenti, via Pier Lombardo 14): La Democrazia nel pallone con Gianfelice Facchetti e Stefano Covri. Spettacolo teatrale, prenotazione fino a esaurimento 100 posti, biglietto-cortesia (1) 3,50 euro (www.teatrofrancoparenti.it). Presentazione in anteprima di una pagina esemplare del nostro Calcio messa in scena da Gianfelice Facchetti e che arriverà a teatro nel prossimo mese di maggio.

Martedì 21 marzo, ore 21 (Spazio Branca, via Broletto 35): Marco Massa, Sono cose delicate. Concerto dal vivo, ingresso su prenotazione fino a esaurimento posti Per prenotazioni: 02 70006237. Marco Massa: chitarra e voce, Pietro la Pietra: chitarra, Ivan Ciccarelli: batteria, Carmelo Isgrò: basso.

Mercoledì 22 marzo, ore 18.30 (Libreria Rizzoli, Galleria Vittorio Emanuele 11): Donne e Isis: finché martirio non ci separi, con Vera Fisogni e Cecilia Zecchinelli. Due esperti di Medio Oriente -Vera Fisogni, filosofa e giornalista, recente vincitrice del Premio Nabokov per le sue ricerche sulla condizione della Donna nell'Isis e Cecilia Zecchinelli, inviata per anni di prestigio del Corriere della Sera in Medio Oriente, si confrontano su temi di stretta attualità che vedono oggi il mondo coinvolto in ogni aspetto della sua vita civile. Un modo per conoscere punti di vista di chi studia e vive in prima persona tematiche che spesso vengono lette in superficie senza possibilità di approfondimento.

Giovedì 23 marzo, ore 21.15 (Libreria Verso, Corso di Porta Ticinese 40): Poesia diffusa, urbana e virtuale. Con Paolo Massari, Menotti Lerro. Lo stato della Poesia spontanea urbana e virtuale da Milano verso l'Europa e ritorno, gli interventi di merito che nascono ovunque, fino alle anonime incursioni del Movimento per l'Emancipazione della Poesia che riempie i muri delle città con versi poetici anonimi e siglati da codici impenetrabili, evoluzione di un'esperienza che è linguaggio antropologico di uno stato d'animo da conoscere.

Venerdì 24 marzo, ore 18.00 (Piccolo Teatro, Chiostro Nina Vinchi, Via Rovello 2): Diritti Umani in Democrazia apparente, con Cristina Cattaneo e Alessandra Kustermann. Elvira Poscio legge dal Breviario mediterraneo di Predag Matvejvić, Michele Fedrigotti, direttore artistico di Milano Classica, presenta il Festival Meetings 2017, Terzo Paradiso. Un confronto sul tema dei Diritti umani tra due persone che lavorano ogni giorno a contatto con i fatti crudi di una attualità in cui la Società civile esprime tutte le sue contraddizioni di sistema. Cristina Catteneo, anatomo patologa del Labanof (Laboratorio di antropologia e odontologia) dell'Università di Milano e considerata tra i massimi esperti di Antropologia forense, ha diretto l'Equipe medica che ha lavorato per identificare gli 800 morti annegati nel barcone del Mediterraneo il 18 aprile del 2015. Alessandra Kusterman, medico ginecologo, ha fondato il Centro contro la Violenza Sessuale e contro la violenza domestica nella clinica Mangiagalli di Milano.

Lunedì 27 marzo, ore 20.45 (Teatro Franco Parenti, via Pier Lombardo 14): Lila Lisi Live. Concerto dal vivo, prenotazione fino a esaurimento 120 posti, biglietto-cortesia (1) € 3,50 euro (www.teatrofrancoparenti.it).

Martedì 28 marzo, ore 19 (Istituto dei Ciechi, via Vivaio 7): Lettera per Quanti (É necessario presentarsi 30 minuti prima secondo la formula di Dialogo nel buio). Con Danilo Da Rodda, Marina Brualdi, Marco Massa. Ingresso solo su prenotazione fino a esaurimento posti 60, biglietto-cortesia (1) 10 euro. Info: dialogonelbuio@istciechimilano.it.

Martedì 28 marzo, ore 21 (Istituto dei Ciechi di Milano, via Vivaio 7): Bevo vivere, Mehr Licht, Mehr Licht! Di Aimara Garlaschelli e Gaia Guarducci. Maria Grazia Calandrone e Irene Santori. Ingresso solo su prenotazione fino a esaurimento posti (60) biglietto-cortesia 10 euro. Info: organizzazione.dialogonelbuio@istciechimilano.it.