Project Room: Geografia, mostra di Patrizia Novello

Milano

 / 

Descrizione

In contemporanea con la mostra di Fausta Squatriti ospitata nel main floor, la Nuova Galleria Morone presenta nello spazio della project room un intervento dell'artista milanese Patrizia Novello. Il titolo minimalista Geografia, indica un lavoro di indagine sul paesaggio che parte dall'osservazione reale del luogo filtrata dall'immagine didascalica di una cartolina e che, attraverso un processo di riduzione, giunge a individuare la struttura della visione, le proporzioni fra i piani, i colori prevalenti, gli equilibri degli elementi naturali, la dislocazione delle presenze architettoniche. La mostra è a cura di Chiara Gatti.

Il tutto è ridotto, con metodo analitico, a una essenza grafica, all'ingombro che distingue ogni corpo nello spazio relativo. Tale processo di astrazione cita in sottotraccia grandi maestri del Novecento. A partire da Cézanne e dalla calibrata architettura compositiva dei suoi quadri, oltre alle sue analisi del rapporto fra forma e spazio circostante. Viene altresì in mente la scansione logica dei piani nelle nature morte più sintetiche di Morandi, per approdare poi alla ricerca concettuale di Soll Le Witt e al suo intuito progettuale, alla sua esigenza di costruire una sorta di sintassi formale basata sulla moltiplicazione di elementi geometrici. Il tema della parola, le lettere trascritte nelle 21 didascalie delle cartoline, in tre lingue sovrapposte, francese, italiano, inglese, battute a macchina dalla celebre Olivetti Lettera 22, richiamano infine le opere testuali di Agnetti.

Inaugurazione: giovedì 9 febbraio alle 19.
Orari: lunedì-venerdì ore 11-19; sabato ore 15-19.