Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Genova

Luoghi vari

 / 

Descrizione

Luoghi di speranza, testimoni di bellezza: questo il tema che accompagnerà la XXII Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata in tutta Italia dalla rete di Libera e da Avviso Pubblico: un appuntamento che da oltre vent'anni ci vede impegnati nel ricordare, ogni 21 di marzo, tutte le vittime della violenza mafiosa, rinnovando nel loro nome il nostro impegno contro le mafie e la corruzione.

Un appuntamento che di recente, lo scorso 1 marzo, con il via libera definitivo e unanime dell'Aula della Camera, è stato istituzionalizzato.

La piazza principale sarà Locri ma la Giornata verrà vissuta, attraverso la lettura dei nomi delle vittime innocenti, in oltre 4000 luoghi in Italia e oltre.

In Liguria la piazza centrale sarà Genova. Con la rete di associazioni, sindacati, presidi territoriali e scuole di Libera a Genova e in Liguria tornerà nel capoluogo, a 5 anni di distanza dalla manifestazione nazionale del 2012: per ricordare che proprio quella fu la prima occasione per il nostro territorio di interrogarsi sulle pluridecennali presenze mafiose in Liguria, e per fare il punto su quanto (tanto) è accaduto in questi 5 anni».

Così Elena Fiorini, Assessora alla Legalità e ai Diritti del Comune di Genova: «Come città siamo orgogliosi di condividere e dare il massimo spazio alle iniziative per una Giornata che, prima ancora di essere riconosciuta nelle sedi istituzionali, era ed è un simbolo e un monito a non abbassare la guardia e a un impegno quotidiano per una legalità non solo formale e a una giustizia sostanziale, contro le organizzazioni criminali. La lettura pubblica dei nomi dei bambini, delle donne e degli uomini innocenti uccisi dalle mafie deve essere per noi memoria che si fa manifesta nel nostro agire di ogni giorno e nelle scelte concrete in tutti i campi, come cittadini e come istituzioni».

Accanto all'appuntamento di Genova, che vede la co-organizzazione del Comune di Genova e il patrocinio di Regione Liguria, Università degli Studi di Genova, Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria e Fondazione Palazzo Ducale, tanti luoghi di memoria.

Sono già oltre 180 i luoghi di memoria in Liguria: scuole, sedi associative, negozi, luoghi di lavoro che alle 11.00 del 21 marzo, in contemporanea con il resto d'Italia, si fermeranno per un momento di ricordo. Tra questi la piazza di Ventimiglia, con la lettura dei nomi in piazza della Libertà.

Appuntamento quindi, martedì 21 marzo, alle 09.30 in viale Caviglia, da dove partirà il corteo che si concluderà alle 11.00 in piazza Matteotti, con la lettura dei nomi delle vittime innocenti.

Nel pomeriggio le attività proseguiranno: circa 400 persone parteciperanno a 5 seminari in spazi dell'Università, del Palazzo Ducale e dell'Accademia Ligustica di Belle Arti.

Dalle 20.30, infine, un concerto serale nei locali del Mercato del Carmine: Folx e Tony Linetti e i Sottospirito terranno compagnia, per una serata di musica, testimonianza e bellezza.

Anche Coop Liguria partecipa alla Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie proponendo una serie di iniziative.

  • Il bando per sostenere i giovani che vogliono partecipare a un campo di Libera
    Per i giovani al di sotto dei 30 anni, Coop Liguria propone nuovamente un bando per partecipare gratuitamente a uno dei campi di volontariato e formazione civile promossi dall’associazione Libera. Il campo si svolgerà dal 16 al 22 ottobre, in Sicilia, presso la Cooperativa Placido Rizzotto-Libera Terra e vedrà anche la partecipazione di un gruppo di dipendenti Coop. Al mattino i campisti aiuteranno i Soci della Cooperativa nelle attività agricole, mentre al pomeriggio parteciperanno a incontri con i familiari delle vittime innocenti delle mafie, per ascoltare le loro toccanti testimonianze. Il bando e il modulo di adesione sono pubblicati sul sito www.liguria.e-coop.it a possono essere richiesti al Punto Soci di tutti i punti vendita. Tra le richieste di adesione pervenute, Coop Liguria selezionerà fino a sei giovani che potranno partecipare al campo senza sostenere alcuna spesa (salvo quelle personali). Le domande dovranno essere presentate entro il 31 maggio 2017.
  • Storie di cooperative di ordinaria legalità
    Nel pomeriggio del 21 marzo, Coop Liguria e Legacoop Liguria propongono l’incontro aperto a tutti Storie cooperative di ordinaria legalità, che si svolgerà dalle 15 alle 16.30 nella sala conferenze dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova (Largo Pertini 4, primo piano). Questi gli interventi previsti: Gianluigi Granero, Presidente Legacoop Liguria - Legacoop tutela e promuove il protocollo di legalità e trasparenza; Enzo Bertolino, Direttore Soci e Consumatori Coop Liguria Buoni e giusti Coop - L’impegno di Coop a sostegno della legalità; Pasquale Lanza, Responsabile del personale Coop Coseva - L’illegalità negli appalti: una realtà diffusa; Luca Oddone, vice Presidente ed educatore Cooperativa Sociale COOPSSE - Minori: quando la prevenzione fa la differenza
  • La mostra 900 nomi
    A Palazzo Ducale, sarà allestita la mostra 900 nomi. Vittime di mafia dal 1893 a oggi, realizzata nell’ambito di una collaborazione tra Coop Liguria e Libera e nata da un’idea di Marcello Scaglione, nipote di Pietro Scaglione, il magistrato ucciso a Palermo da cosa nostra nel 1971 assieme all’agente Antonio Lorusso.