Alfred Hitchcock racconta l'olocausto con Night will fall

Alfred Hitchcock racconta l'olocausto con Night will fall

© vimeo.com

Un incredibile film mai uscito sui campi di concentramento. Ora rivive in un documentario,  prodotto da Helena Bonham Carter e Brett Ratner

 /  / 

Martedi 20 gennaio 2015

Uno straordinario documento storico, con una firma prestigiosa, Alfred Hitchock, il re del brivido. Nell'immediato dopoguerra il premier britannico Winston Chuchill incaricò il regista di girare un documentario sui campi di concentramento nazisti, con le immagini girate al momento della liberazione dai soldati inglesi, americani e russi, che si erano improvvisati cineasti. Hitchcock, che ottimizzò le immagini in fase di postproduzione, non volle alcun compenso, impressionato dalla durezza delle immagini.

Dopo l'alleanza con la Germania nel dopoguerra, il film fu poi bloccato dal governo inglese, poiché giudicato troppo crudo, e venne dimenticato per decenni negli archivi. Nel 1985, però, una versione incompleta venne ritrovata nell'Imperial War Museum da un ricercatore.

Ora parte di quelle straordinarie sequenze sono state utilizzate per la realizzazione di Night will fall, diretto da Andre Singer e prodotto da Brett Ratner (già regista di Red Dragon e The family man) insieme a Helena Bonham Carter (attrice ed ex compagna di Tim Burton), per narrare la storia di questo prezioso e purtroppo dimenticato documentario.

Proprio in occasione della Giornata della Memoria, e nell'anniversario della liberazione del lager di Auschwitz, l'emittente HBO lo trasmetterà lunedì 26 e martedì 27 gennaio.

Francesco Secondo

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Spettacoli Cinema