Festival di Sanremo 2014: ecco i giovani in gara. C'è anche Zibba

Zibba, tra i finalisti di Sanremo giovani 2014

Zibba, tra i finalisti di Sanremo giovani 2014

La commissione svela i nomi delle nuove proposte che canteranno all'Ariston. Molti già con carriere solide alle spalle. Come Filippo Graziani o la Targa Tenco 2012

Magazine / Spettacoli / Musica

Venerdi 13 dicembre 2013

Inizia a prendere forma il cast del Festival di Sanremo 2014, in programma al Teatro Ariston dal prossimo 18 al 22 febbraio per la conduzione di Fabio Fazio.
La Commissione musicale del 64esimo Festival della Canzone Italiana ha sciolto le riserve sulle nuove proposte che saliranno sul palcoscenico dell'Ariston.

Volti nuovi, figli d'arte e artisti già con solidi percorsi alle spalle nel mix selezionato dalla commissione composta da Mauro Pagani, Claudio Fasulo, Andrea Guerra, Massimo Martelli e Stefano Senardi.
Perché come ormai da tempo immemore, sul palcoscenico del Festival ci si arriva non per caso, ma dopo un lungo percorso. Anche se formalmente si rientra nella categoria giovani.

Così, ecco che dopo gli ascolti dei provini e le audizioni dal vivo, i commissari hanno scelto le sei «canzoni-artisti» (questa la dicitura ufficiale) che - insieme ai due cantanti selezionati attraverso il concorso Area Sanremo avranno accesso al palcoscenico del Teatro Ariston.

Innanzitutto si segnala il nome del savonese Zibba, già Targa Tenco 2012 come miglior esordiente, in lizza anche quest'anno con il secondo lavoro in studio, autore di un libro che non si preoccupa di scomodare sua maestà Frank Zappa e giusto ieri protagonista della finale di X Factor. Il brano vincitore dell'edizione del talent - cantato da Michele - l'ha infatti scritto Zibba insieme a Tiziano Ferro. Insomma, giovane sì, parvenu un po' meno.
A Sanremo il cantante savonese ci andrà con il brano Senza di te.

Sul palco dell'Ariston tra i giovani anche Filippo Graziani, figlio di Ivan, artista già molto noto e attivo sulle orme di papà. Il suo brano sanremese è Le cose belle.
Un altro figlio d'arte, Alberto Bertoli, pur entrando nella rosa dei 60 ascoltati dal vivo dalla commissione, non è riuscito invece a superare le forche caudine dei commissari. Fuori anche Pan Del Diavolo e Levante.

Dentro invece Diodato, il cui album di debutto (E io sono pazzo) è uscito lo scorso aprile. Si presenta con il brano Babilonia.

Completano la rosa dei finalisti di Sanremo giovani il rapper Rocco Hunt con il brano Nu Juorno Buono, The Niro con 1969, Veronica De Simone con Nuvole che passano e i vincitori di Area Sanremo, Bianca con il brano Saprai e Vadim con La Normalità.

Matteo Paoletti

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Palazzo Ducale Genova

Giovedi 02/10/2014 ore 17:45
Sala del Maggior Consiglio

Grandi incontri - Stefano Rodotà

Crisi e futuro prossimo della democrazia, lectio magistralis. Prima conferenza del ciclo La democrazia dopo la democrazia, a cura di Stefano Rodotà e Nicla Vassallo

Google+