La compagna di Bonatti: «Non ero la moglie, mi hanno allontanata dall'ospedale»

Magazine / Società & Tendenze / Attualità www.mentelocale.it

Rossana Podestà mandata via dal letto di morte del compagno perché non sposati. L'ex attrice si sfoga su Vanity Fair

La compagna di Bonatti: «Non ero la moglie, mi hanno allontanata dall'ospedale»

Mercoledi 21 settembre 2011

La triste scomparsa di Walter Bonatti - morto a 81 anni nella notte tra il 13 e 14 settembre per un tumore al pancreas - si arricchisce di un altro elemento che vede protagonista Rossana Podestà, la compagna dell'alpinista.

«Mi hanno allontanata dalla rianimazione dicendo: tanto lei non è la moglie» spiega a Vanity Fair. «Io e Walter non eravamo sposati, uscivamo da matrimoni finiti e non ce n'è mai fregato niente di risposarci».
I medici dell'ospedale in cui era ricoverato Bonatti - del quale la compagna non vuole citare il nome: «è inutile ora» - la avrebbero allontanata dal letto di morte del compagno per il fatto che non erano sposati.

Rossana Podestà rivela anche di non aver detto a Bonatti che era stato colpito da un tumore: «avevo il terrore che potesse decidere la sua morte da solo. Mi sono presa la responsabilità di tacere perché avevo la certezza della sua morte e sapevo che gli stavo alienando una verità che per ogni uomo è decisiva».

Podestà, attrice nota soprattutto negli anni Sessanta, ha accompagnato Bonatti non solo nella vita familiare ma anche nelle avventure in giro per il mondo. L'ultimo viaggio assieme risale all'inverno del 2011: tre mila ottocento chilometri in giro tra i deserti di Libia, Sudan ed Egitto.

OtEl
© copyright Mentelocale Srl, vietata la riproduzione.

Vuoi essere aggiornato su cosa succede in città? Iscriviti alle nostre newsletter.
Inserisci, qui sotto, il tuo indirizzo email.